METEO
BORSA
13/12/2018 15:39
Zalando
EVENTI
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Zalando

Ultima tappa di TENDANCE al CASTELLO DI ITRI

Partendo dal mito di Orfeo e dalle sue molteplici declinazioni nell’arte e nella letteratura, a riprova del fatto che tale mito coglie profondamente qualcosa che riguarda l’uomo...

 L’intuizione e il desiderio di dare vita ad un
 festival dedicato alla danza in tutte le sue
 accezioni è di Ricky Bonavita e Theodor
 Rawyler e la scelta del nome - TenDance -
 gioca proprio sull’idea di tracciare un pa-
 norama delle diverse tendenze del mondo
 coreutico contemporaneo, fatto di tradizione e di nuovi linguaggi espressivi.
Il programma artistico del festival, giunto quest'anno alla sua quarta edizione, è incentrato sulla creazione coreografica contemporanea e la selezione dei direttori artistici offre un ventaglio di proposte ricco e diversificato. Sono previsti in tutto tredici spettacoli, di cui undici di danza, uno di prosa e un concerto.

30 Novembre 2014, ore 20.30
Castello – Itri

CADAVRE EXQUIS
NEVER LOOK FOR ME 
coreografia Giordano Novielli, Lorenzo Giansante, Matteo Bifulco

Partendo dal mito di Orfeo e dalle sue molteplici declinazioni nell’arte e nella letteratura, a riprova del fatto che tale mito coglie profondamente qualcosa che riguarda l’uomo, il lavoro esplora attraverso il corpo i seguenti materiali: lo Sguardo, la Soglia, l’Identità, il Mistero, il Sedimento, la Trasformazione, in una performance che vuole tutelare "la vita" in scena sfruttando i territori che l'improvvisazione può offrire, senza tendere ad esiti scontati o messaggi prestabiliti da trasmettere.
Nel continuo bisogno di un’urgenza, una necessità che dia sincerità alla ricerca, i tre performers cercano un “insieme” nelle differenze dei loro corpi e della propria pratica artistica.
Quando il mio corpo sta cambiando, quali delle sue memorie hanno diritto a tornare ad esprimersi in piena visibilità? Nella magica perfezione di un presente sospeso, chi è che si volta e chi è che vuole essere guardato?
L’improvvisazione si evolve da percorso di ricerca a vissuto scenico per sfruttare tutto il potenziale personale di rischi, errori, desideri.
Il performer e’ in uno stato di allerta, si sdoppia, e’ attore e regista insieme, nell’ascolto degli altri e di quello che si sta creando in condivisione nello spazio, rispettando la costante centralità del lavoro del corpo

A seguire
ETÉRNIT  BINARIO 2: SOTTO LA PANCA LA CAPRA CREPA 
regia Luigi Morra e Pasquale Passaretti
Con: Luigi Morra
Drammaturgia: Pasquale Passaretti

“BINARIO 2: sotto la panca la capra crepa”, monologo interpretato da Luigi Morra e scritto da Pasquale Passaretti, è lo spettacolo vincitore del premio “Special Off” al Roma Fringe Festival 2012, con alle spalle tante repliche in giro per l’Italia e all’estero.
Un insolito capostazione, appassionato di scioglilingua, sceglie la solitudine di una piccola stazione ferroviaria di provincia, dove vive e racconta il suo quotidiano fatto di compagnie discontinue, ricordi, silenzi e situazioni che si ripetono in orari e giorni prestabiliti. La messa in scena è essenziale e priva di artifici scenografici, e il gioco teatrale, dalle atmosfere clown e malinconiche, è affidato soltanto alla difficoltà di inseguire un racconto che vive sul filo dell’immaginazione.

INFO
Biglietto unico per i due spettacoli:  5,00 Euro
Per info e prenotazioni
Benedetta Boggio 3332062996
benedetta.bo@gmail.com
www.tendance369gradi.it

26-11-2014


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy