METEO
BORSA
24/11/2017 17:31
Triste Film Festival
CRONACA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Trieste Film Festival

Smog, pronto fondo di 12 milioni per i Comuni

Decisione del Ministero. A Milano auto ferme. A Roma rimane il blocco dei veicoli più inquinanti e l'Atac assicura potenziamento del servizio di trasporto pubblico

Sono tre delle misure contenute nel pacchetto pensato dal ministero dell'Ambiente per rispondere all'emergenza smog e illustrato al termine di una riunione con sindaci e governatori. E arriva anche un fondo da 12 milioni di euro. Intanto a Milano terzo e ultimo giorno di blocco delle auto, mentre a Roma resta il blocco delle auto più inquinanti.

Quindi il Ministero dell'Ambiente punta ad un riscaldamento giù di due gradi, sconti sui mezzi pubblici e limiti di velocità ridotti fino a 30 chilometri orari nelle città. Provvedimenti che scattano in caso di sforamento per più di 7 giorni consecutivi dei limiti di polveri sottili ma su cui l'ultima parola spetterà comunque ai sindaci. I Comuni possono decidere o meno di adottare queste misure. «Per me devono farlo, ma devono essere i sindaci a decidere», ha spiegato il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti. Ammontano a 405 milioni le risorse programmate e disponibili per la strategia di medio periodo contro lo smog nelle grandi città, ha spiegato Galletti precisando che 35 milioni sono per la mobilità sostenibile casa-scuola, casa-lavoro, car e bike sharing, pedibus (approvate con il collegato ambientale); 50 milioni per la realizzazione di reti di ricarica elettrica (attraverso il Fondo Kyoto), 250 milioni per l'efficienza energetica in scuole, strutture sportive e condomini (attraverso il Fondo Kyoto), 70 milioni per riqualificazione degli edifici della pubblica amministrazione centrale. «Mi auguro - ha aggiunto - che dopo questa riunione si metta fine alla babele dei provvedimenti in materia di smog».

E' stato poi presentato il Piano strategico triennale sul territorio metropolitano, che comprende anche un Comitato di coordinamento ambientale e una task force fra sindaci delle città metropolitane e i presidenti di regione, presieduta dal ministro Galletti. «È una grande alleanza, è un grande successo da ascrivere a regioni, comuni e al ministero» ha detto il ministro. «Oggi si passa da interventi locali a una strategia nazionale con un coordinamento permanente che monitori la situazione e gestisca le misure messe in campo. Si è fatto un un passo avanti per adottare provvedimenti di natura strutturale che incidano sulla qualità ambientale del Paese. È la prima volta che si mette in campo una strategia nazionale», ha detto il presidente dell'Anci Piero Fassino.

Alla riunione organizzata al ministero dell'Ambiente erano presenti, oltre al ministro, ai governatori e ai sindaci delle maggiori città: il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, il direttore generale dell'Ispra, Stefano Laporta, il commissario straordinario di Roma Francesco Paolo Tronca, il sindaco di Torino e presidente dell'Anci Piero Fassino, il governatore dell'Emilia Romagna e presidente della Conferenza Stato-Regioni Stefano Bonaccini, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni. Assenti il sindaco di Milano Giuliano Pisapia e il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, rappresentati da assessori al settore.

Intanto l’amministrazione di Roma Capitale, sempre al fine di continuare nel percorso di incentivazione dell’utilizzo del mezzo di trasporto pubblico, ha assunto la decisione di proseguire per la giornata di domani, 30 dicembre, con l’agevolazione tariffaria, introdotta in via sperimentale, consistente nell’estensione della validità del singolo Bit (normale biglietto da 1,50 Euro) per l’intera giornata di convalida e su tutte le reti di trasporto urbane. L’ATAC ha ricevuto disposizioni di continuare, anche per la giornata di domani e con le stesse modalità, il potenziamento del servizio di trasporto pubblico.

Domani, mercoledì 30 dicembre, rimane fermo il blocco dei veicoli più inquinanti, ovvero autoveicoli a benzina Euro 0 e Euro 1, autoveicoli diesel Euro 0, Euro 1 e Euro 2,  e si prevede anche il blocco di motoveicoli e ciclomotori a due, tre e quattro ruote 2 tempi e 4 tempi Euro 0 e Euro 1, microcar diesel Euro 0 e Euro 1.
Il Comandante della Polizia Locale è stato incaricato dal Commissario Straordinario di effettuare un’attività di controllo sul rispetto delle disposizioni in materia di abbassamento delle temperature di esercizio, a partire dai grandi impianti di riscaldamento.

30-12-2015


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy