METEO
BORSA
26/05/2017 00:06
Ariano International Film Festival
Zalando
SPETTACOLO
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Trieste Film Festival
Oscar: «Vince La La Land, anzi Moonlight»

Clamorosa gaffe nella notte più bella di Hollywood. Al film di Jenkins il titolo più ambito, La La Land vince la regia. Tra gli attori premio a Affleck, Stone, Davis e Ali

Annunciato per errore La La Land come Miglor film al posto di Moonlight. Un momento clamoroso che rimarrà nella storia dell'Oscar. È successo a Warren Beatty e Faye Dunaway riuniti sul palco per proclamare il vincitore per il miglior film e si sono ritrovati tra le mani la busta sbagliata.

La troupe del musical aveva già preso d’assalto i microfoni e iniziato a pronunciare il discorso di accettazione, quando uno dei produttori del film si è reso conto del madornale errore. Beatty aveva letto da una busta sbagliata (c’era il nome di Emma Stone), vincitrice come migliore attrice protagonista per La La Land. Subito dopo l'inevitabile correzione.

La La land è comunque il trionfatore della serata: arrivato alla vigilia record di nomination (14, come Eva contro Eva e Titanic), ne è uscito con sei statuette, tra cui il premio per la regia del 32enne Damin Chazell, il più giovane vincitore nella storia del premio per la categoria, la sceneggiatura originale e la migliore interpretazione femminile appunto. Ma il premio più ambito gli è sfuggito dalle mani.

E dopo le accuse di discriminazione razziale che hanno colpito le ultime edizioni dell’Oscar, due premi vanno agli attori afroamerciani: Viola Davis (migliore attrice non protagonista per Barriere) e Mahershala Ali, lui musulmano cresciuto da una madre cristiana ministro di culto e poi convertito (per Moonlight). Tra gli attori protagonisti, Casey Affleck (Manchester by the Sea) la spunta su Ryan Gosling.
Per l'Italia c'è la delusione di Fuocoammare, sconfitto come Miglior documentario, ma si celebrano Alessandro Bertolazzi e Giorgio Gregorini (insieme a Christopher Nelson), premiati per il
Miglior trucco e acconciatura (per Suicide Squad).

Questo l'elenco completo dei premiati:

Miglior film : Moonlight, prodotto da Adele Romanski, Dede Gardner e Jeremy Kleiner

Miglior regia: Damien Chazelle - La La Land
 
Miglior attore protagonista: Casey Affleck - Manchester by the Sea

Miglior attrice protagonista: Emma Stone - La La Land

Miglior attore non protagonista: Mahershala Ali - Moonlight
 
Miglior attrice non protagonista: Viola Davis - Barriere (Fences)

Migliore sceneggiatura originale: Kenneth Lonergan - Manchester by the Sea
 
Migliore sceneggiatura non originale: Barry Jenkins e Tarell Alvin McCraney - Moonlight

Miglior film straniero: Il cliente (Forushandeh), regia di Asghar Farhadi (Iran)

Miglior film d'animazione: Zootropolis (Zootopia), regia di Rich Moore e Byron Howard

Miglior fotografia: Linus Sandgren - La La Land

Miglior scenografia: Sandy Reynolds-Wasco e David Wasco - La La Land

Miglior montaggio: John Gilbert - La battaglia di Hacksaw Ridge (Hacksaw Ridge)
  
Miglior colonna sonora: Justin Hurwitz - La La Land

Miglior canzone: City of Stars (Justin Hurwitz, Benj Pasek, Justin Paul) - La La Land

Migliori effetti speciali: Robert Legato, Adam Valdez, Andrew R. Jones, Dan Lemmon - Il libro della giungla (The Jungle Book)

Miglior sonoro: Kevin O'Connell, Andy Wright, Robert Mackenzie e Peter Grace - La battaglia di Hacksaw Ridge (Hacksaw Ridge)

Miglior montaggio sonoro: Sylvain Bellemare - Arrival

Migliori costumi: Colleen Atwood - Animali fantastici e dove trovarli (Fantastic Beasts and Where to Find Them)

Miglior trucco e acconciatura: Alessandro Bertolazzi, Giorgio Gregorini e Christopher Nelson - Suicide Squad

Miglior documentario: O.J.: Made in America, regia di Ezra Edelman

Miglior cortometraggio documentario: The White Helmets, regia di Orlando von Einsiedel e Joanna Natasegara

Miglior cortometraggio: Sing, regia di Kristóf Deák e Anna Udvardy

Miglior cortometraggio d'animazione: Piper, regia di Alan Barillaro
27-02-2017


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy