METEO
BORSA
24/11/2017 17:22
Triste Film Festival
ESTERI
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Agire
«Trump chiese di fermare indagini su Flynn»

Pressioni del Presidente sull'Fbi. Lo scrive il New York Times citando un documento scritto da Comey poco dopo la richiesta, avanzata di persona nello Studio Ovale

Il presidente Donald Trump avrebbe chiesto a James Comey in febbraio, quando era ancora a capo dell'Fbi, di chiudere l'indagine su Michael Flynn, il consigliere alla sicurezza nazionale travolto dal Russiagate. Lo riporta il New York Times citando un documento scritto da Comey poco dopo la richiesta di Trump, avanzata di persona nello Studio Ovale.

Stando a quanto riportato dal quotidiano Usa, il documento di Comey è la prova più chiara del fatto che il Presidente abbia cercato di influenzare il Dipartimento di Giustizia e l'Fbi sul Russiagate. La ricostruzione è stata però smentita dalla Casa Bianca: «Il presidente non ha mai chiesto a Comey o ad altri di fermare le indagini su Flynn» affermano, sottolineando che Trump ha rispetto «per le agenzie governative e per tutte le indagini».

Democratici subito in rivolta. «Servono i mandati per ottenere i documenti legati a Flynn» dice il parlamentare, Elijah Cummings. Nancy Pelosi, leader dei democratici alla Camera, parla di «assalto alla legge»: se la ricostruzione di Comey è vera il presidente «ha commesso un grave abuso del suo potere esecutivo. Nel peggiore dei casi si è trattato di ostruzione alla giustizia».
17-05-2017

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy