METEO
BORSA
25/09/2017 06:18
Triste Film Festival
Zalando
POLITICA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Zalando
«Mai al governo con Renzi né accordi dopo voto»

Intervista di Silvio Berlusconi al Mattino di Napoli. «Il mio obbiettivo è vincere, lo ripeto ancora una volta, non fare accordi al di fuori del centrodestra»

«Non c'è alcuna probabilità di un governo Berlusconi-Renzi. Non ritengo possibile e neppure desiderabile una collaborazione con lui e con il Pd. Né ora, né tantomeno dopo le elezioni. Il mio obbiettivo è vincere, lo ripeto ancora una volta, non fare accordi al di fuori del centrodestra». Lo afferma il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in un'intervista al Mattino.

Nell'intervista, l'ex premier difende il proprio sostegno alla legge elettorale proporzionale dicendo che un
«sistema elettorale che desse la maggioranza in Parlamento a uno schieramento che ha il voto di un terzo degli elettori sarebbe sbagliato anche se facesse vincere noi. Il consenso degli italiani oggi è frammentato in tre poli, per l'avvento del M5S, non siamo più in un sistema bipolare». Sulla possibilità di urne anticipate, «ormai mi sembra quasi impossibile votare prima. E' un peccato, perché sarebbe ora di consentire agli italiani di scegliere. Però questo tempo ci consente di affrontare il tema della riforma elettorale, riprendendo l'accordo al quale si era giunti alla Camera, prima delle elezioni amministrative, su un sistema proporzionale di tipo tedesco».

L'ex premier infine dice che l'attuale governo
«ha fatto poco, essendo in condizione di fare poco», afferma Berlusconi, che definisce il premier Gentiloni «persona seria e garbata». E il ministro dell'Interno Marco Minniti «è una persona determinata, ha un apprezzabile atteggiamento cortese e dialogante, anche se finora non ha ottenuto grandi risultati. Non ha un compito facile: per diretta responsabilità del governo Renzi una migrazione biblica si sta rovesciando sulle coste del nostro Mezzogiorno».
16-07-2017

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy