METEO
BORSA
18/10/2017 07:21
Enel
Zalando
CRONACA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Trieste Film Festival
Uccisa l'orsa KJ2: «Era troppo pericolosa»

Abbattimento a opera degli agenti del Corpo forestale della Provincia autonoma di Trento. L'orsa il 22 luglio scorso aveva ferito un uomo che passeggiava col suo cane

Nella serata di sabato, gli agenti del Corpo forestale della Provincia autonoma di Trento hanno proceduto all'abbattimento dell'orsa KJ2 in attuazione dell' ordinanza emessa dal presidente della Provincia di Trento, Ugo Rossi, per garantire la sicurezza delle persone. Il Trentino, infatti, cercava ufficialmente l'orsa che il 22 luglio scorso aveva ferito un uomo che passeggiava con il suo cane in un bosco in zona laghi di Lamar.

La stessa orsa era stata protagonista di un altro episodio di incontro con un' escursionista che era rimasto ferito a Cadine, nel 2015. Il governatore della Provincia di Trento, Ugo Rossi, ha fatto sapere che «l’orsa è stata uccisa perché pericolosa per gli uomini e recidiva. Ciò è stato possibile grazie alle precedenti attività di identificazione genetica e alla successiva cattura dell’animale», ritenuto «responsabile di due aggressioni» (la prima nel 2015, la seconda il 22 luglio scorso, come già ricordato). L’ordinanza ha consentito l’identificazione e quindi il trasporto dell’animale in un recinto alle porte della città, dove è stata «radiollarata» ai primi del mese di agosto (qui l’intervista a Andrea Mustoni, padre del progetto Life Ursus, realizzata da Marika Giovannini).
13-08-2017


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy