METEO
BORSA
16/12/2017 04:21
Linear
ECONOMIA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Trieste Film Festival
«Alitalia? Bene i tedeschi, ma patti chiari»

Così il ministro dei trasporti Graziano Delrio mette in guardia le parti in causa sul passaggio di proprietà, senza però citare espressamente la compagnia Lufthansa

Il ministro dei trasporti Graziano Delrio mette in guardia le parti in causa nel merito del passaggio di mano di Alitalia. E senza citare espressamente Lufhtansa, interessata all'acquisto, sottolinea: «Esiste la geopolitica; i tedeschi, lo dico con tutto il rispetto, fanno i loro interessi».

La dichiarazione arriva mentre di va concretizzando dunque l'interessamento di Lufthansa per Alitalia, ma non si può agire, ha detto il ministro, «come se non contasse niente non avere una compagnia di bandiera, i patti devono essere chiari. Far fallire una compagnia come Alitalia, che anche se non è più una compagnia di bandiera garantisce il 51% del traffico aereo vuol dire far scompare un pezzo dell'economia italiana. Possiamo fare a meno di una compagnia di bandiera - perchè Alitalia non lo è più - ma non possiamo rinunciare a una compagnia che fa gli interessi nazionali
».

Intanto i commissari straordinari Luigi Gubitosi, Enrico Laghi e Stefano Paleari, verranno ascoltati mercoledì prossimo, 22 novembre, alla Camera sull'andamento delle procedure di vendita, i risultati della gestione commissariale giugno-settembre 2017 e sui conseguenti impatti occupazionali. L'audizione si terrà alle 14 davanti alle commissioni riunite trasporti, attività produttive e lavoro.
17-11-2017


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy