METEO
BORSA
16/12/2017 04:31
Enel
Zalando
POLITICA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Zalando
«Campo largo, ma no Alfano in coalizione»

Il leader di Campo Progressista è intervenuto a un convegno organizzato in mattinata. Alfano: «Sette giorni per decidere. Con il Pd se con un nostro candidato premier»

«Noi vogliamo costruire un campo aperto, largo e progressista». Così, in mattinata, il leader di Campo Progressista, Giuliano Pisapia, intervenuto a un convegno organizzato all'Istituto don Luigi Sturzo. E chiude la porta in faccia ad Alfano.

Proprio sulla questione della chiusura a Mdp del Partito Democratico e l'apertura invece dei centristi di Alfano e Ap, Pisapia osserva: «Veniamo dalla sinistra e saremo capaci di mettere insieme centro e sinistra per costruire un nuovo centrosinistra. Io ho sempre parlato di centrosinistra. Centrosinistra significa avere la sinistra, il cattolicesimo democratico e tutti i partiti che si sentono e si riconoscono nel centro sinistra, mi sembra che lo dica la parola stessa», spiega Pisapia prima di partecipare al convegno al cui ha partecipato, a sorpresa, anche Piero Fassino, delegato dal segretario Pd Matteo Renzi di interloquire con le forze di sinistra per costruire una coalizione.

Dal palco della direzione di Ap di venerdì, Angelino Alfano è stato a sua volta chiaro:
«La legge elettorale non prevede la condivisione del candidato premier. Se correremo con la coalizione di governo, noi non voteremo il candidato premier del Pd ma per il nostro. Se non ci saranno le condizioni per l'alleanza con il Pd, allora con i moderati individueremo un nostro candidato di coalizione».
25-11-2017

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy