METEO
BORSA
16/12/2017 04:25
Linear
Zalando
CRONACA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Agire
Ostia, nuovi spari nella notte contro gli Spada

In via Antonio Forni, roccaforte della famiglia al centro delle cronache dal litorale romano, esplosi cinque colpi di arma da fuoco. Raggi: «Se serve, ok all’esercito»

Ostia senza pace: sabato sera, intorno alle 22, esplosi almeno cinque colpi di pistola in via Forni, quartier generale del clan Spada, dove il fratello di Roberto Spada (ora nel carcere di massima sicurezza di Tolmezzo dopo la testata al cronista di Nemo) gestiva una palestra. Per fortuna nessuno sarebbe rimasto ferito.

Stando alle cronache dal litorale, i proiettili sono stati sparati contro l'abitazione di un esponente della famiglia Spada fermandosi però contro il portone blindato dell'abitazione. Quasi contemporaneamente, scrive Mirko Polisano sul Messaggero, un altro commando ha preso d'assalto l'abitazione di un cugino di Roberto Spada: ignoti hanno preso a sprangate e a colpi di mazze di ferro la porta d'ingresso di un appartamento di via Baffigo, a pochi metri di distanza da via Forni.

Già sabato, dopo un altro agguato, la sindaca Raggi faceva sapere: «Ho già scritto al Prefetto e sentito i ministri Minniti e Pinotti. Sarà convocato a breve un comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica per valutare la possibilità di rafforzare i presidi su Ostia. Io credo che sia necessario che tutte le forze dell’ordine e se serve anche l’esercito siano presenti a presidiare un municipio di Roma che è grande come una media città e dove sembra che le guerre tra clan stiano ricominciando».
26-11-2017

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy