METEO
BORSA
16/12/2017 04:35
Linear
Zalando
CRONACA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Zalando
Avvelenamenti tallio, arrestato nipote 27enne

Svolta nel caso nel Monzese. Il giovane è ora accusato di triplice omicidio premeditato per la morte dei nonni e di una zia e di aver tentato di uccidere altre cinque persone

Arrestato all'alba di giovedì, il presunto responsabile dell'avvelenamento da tallio di un'intera famiglia nel Monzese: si tratta di Mattia Del Zotto, 27 anni. I carabinieri di Nova Milanese e Desio hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Monza.

Il giovane è ritenuto responsabile del triplice omicidio del nonno 94enne e di una zia 67enne (morti il 2 ottobre) e della nonna 83enne (morta il 13 ottobre), avvenuta «a mezzo somministrazione di solfato di tallio». Al 27enne viene contestato anche il tentato omicidio di ulteriori 5 persone (nonni materni, marito della zia deceduta, altra zia e badante dei nonni paterni). Gli omicidi, secondo le accuse degl inquirenti, sono stati premeditati.

Il caso ebbe inizio con la morte della prima vittima, la 62enne Patrizia Dal Zotto, ricoverata in coma all'ospedale di Desio insieme alla sorella di 58 anni. Si parlò di un possibile avvelenamento conseguenza degli escrementi di piccione accumulatisi nella casa delle vacanze dove le due donne avevano trascorso un periodo prolungato di permanenza.
07-12-2017

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy