METEO
BORSA
20/11/2018 21:50
Zalando
POLITICA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Zalando
Moscovici attacca: in Italia piccoli Mussolini

Il commissario Ue agli Affari economici torna a parlare del nostro Paese come di un problema nella zona Euro e ha chiesto al governo un bilancio credibile per l'anno

«C'è un problema che è l'Italia nella zona euro è assolutamente l'Italia il soggetto sul quale voglio concentrare la mia attenzione prima di tutto». È così che il commissario Ue agli Affari economici Pierre Moscovici torna a parlare dell'Italia.

Secondo Moscovici, il nostro Paese è un problema all'interno della zona Euro e chiede al governo italiano un bilancio credibile per l'anno. Oggi, ha detto in occasione di una conferenza stampa a Parigi, «c'è un clima che assomiglia molto agli anni '30. Certo, non dobbiamo esagerare, chiaramente non c'è Hitler, forse dei piccoli Mussolini...», ha proseguito dicendosi preoccupato per la progressione dei populisti in Europa a meno di un anno dalle elezioni europee del 2019. «La storia, come diceva Raymond Aron, è tragica, bisogna evitare che sprofondi nelle sue ore più buie», ha aggiunto, sottolineando tuttavia che, almeno nelle prossime europee, i populisti non conquisteranno la schiacciante maggioranza dell'Assemblea Ue, ma otterranno comunque una «forte progressione».

«Quando chiediamo all'Italia di andare avanti nel risanamento del bilancio non lo facciamo per chissà quale dogma europeo, ma per il suo interesse. Ridurre il debito pubblico molto elevato dell'Italia, al 130%, è nell'interesse stesso del Paese» continua il commissario, sottolineando poi che «pensare che facendo maggiore deficit si aumentano gli investimenti è una bugia». L'Europa non ha mai impedito all'Italia di realizzare investimenti o di costruire le infrastrutture necessarie, continua Moscovici, aggiungendo che «l'Italia è il Paese che più di tutti ha beneficiato di ogni flessibilità. Siamo sempre comprensivi».

Le parole del commissario vengono duramente stigmatizzate da Roma. «L'atteggiamento da parte di alcuni commissari europei è inaccettabile, veramente insopportabile. Dall'alto della loro Commissione europea si permettono di dire che in Italia coi sono tanti piccoli Mussolini, non si devono permettere!», ha commentato Luigi Di Maio le dichiarazioni di Moscovici. Immediata anche la replica alle dichiarazioni di Moscovici del ministro dell'Interno e vicepremier Matteo Salvini: «Si sciacqui la boca prima di insultare l'Italia».
13-09-2018


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy