METEO
BORSA
20/11/2018 21:51
ESTERI
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Zalando
Indonesia: la vittima italiana è Andrea Manfredi

Sul Boeing precipitato in mare si trovavano 189 persone, tra passeggeri e membri dell'equipaggio. L'aereo era stato controllato domenica notte per un problema tecnico

Confermata l'identità della vittima italiana a bordo del Boeing 737 MAX 8 della compagnia Lion Air, precipitato in mare poco dopo il decollo dall'aeroporto di Giacarta: si tratta di Andrea Manfredi, 26enne di Massa con un passato da ciclista. Ancora incerte le cause della tragedia.

Il velivolo aveva solamente due mesi di vita e aveva completato appena 800 ore di volo. Lo ha riferito Soerjanto Tjahjono, capo del Comitato sicurezza dell'Aviazione nazionale indonesiana. Sul Boeing precipitato in mare si trovavano 189 persone, tra passeggeri e membri dell'equipaggio. Il sito web indonesiano Kamparan ha pubblicato la lista con i nomi dei passeggeri e, fra di loro c'è appunto il nome di Andrea Manfredi, che nel 2013 ha gareggiato con la Ceramica Flaminia mentre nel biennio seguente ha militato tra i professionisti con la Bardiani CSF, prima di creare l'azienda Sportek. Il profilo Instagram, sul quale gli amici stanno scrivendo messaggi di cordoglio, rivela che il giovane si trovava proprio ieri a Giacarta.

L'amministratore delegato della Lion Air, Edward Sait, ha reso noto che l'aereo precipitato era stato controllato domenica notte per un problema tecnico. Lo riporta il quotidiano britannico Guardian. Il velivolo, un Boeing 737 Max 8, era in viaggio da Denpasar a Giacarta il giorno prima della tragedia quando i piloti hanno scoperto il problema. L'aereo è stato poi controllato dai tecnici - che hanno dato il disco verde, ha sottolineato Sait - ed è decollato stamane alla volta di Pangkal Pinan, la principale città sull'isola di Bangka, dove però non è mai arrivato. Pare però che il pilota del Boeing avesse chiesto alla torre di controllo di poter fare ritorno all'aeroporto di Giacarta a causa di un guasto tecnico non precisato. Lo dice l'amministratore delegato della compagnia, Edward Sirait. «Il nostro pilota ha operato secondo le procedure e quando ha visto un problema ha chiesto di tornare alla base, ma sappiamo come è finita».
29-10-2018


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy