METEO
BORSA
22/04/2019 21:18
Zalando
SPETTACOLO
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
È morta Agnès Varda, la regista della Nouvelle Vague

Si è spenta nella sua casa giovedì a causa di un tumore. Aveva 90 anni. «A circondarla c’erano la sua famiglia e le persone amate», si legge in una dichiarazione

È morta a 90 anni, nella notte fra giovedì e venerdì, la cineasta della Nouvelle Vague Agnès Varda. «La regista e artista Agnès Varda è morta nella sua casa giovedì a causa di un tumore. A circondarla c’erano la sua famiglia e le persone amate», si legge in una dichiarazione congiunta rilasciata venerdì mattina dai suoi famigliari e lo staff.

Nata in Belgio, a Ixelles, il 30 maggio 1928, da padre greco e madre francese, Agnès si trasferì con la famiglia a Parigi dove iniziò a lavorare come fotografa al Théâtre national populaire. Nel 1954, con mezzi modesti, girò il primo film La pointe courte con Philippe Noiret come interprete e con il montaggio di Alain Resnais. Varda girò poi altri lungometraggi che fecero di lei, negli anni 60, una rappresentante della Nouvelle Vague (etichetta che comunque non le è mai piaciuta). Nel 1965 grazie a Il verde prato dell’amore ottenne l’Orso d’argento, gran premio della giuria al Festival di Berlino. Vent’anni dopo grazie a Senza tetto né legge — il film che mette in luce la giovane Sandrine Bonnaire — vinse il Leone d’oro alla Mostra cinematografica di Venezia. Nel 2018 le fu assegnato l’Oscar alla carriera.
29-03-2019


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy