METEO
BORSA
26/08/2019 10:34
CRONACA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Stupro di gruppo durante festa a Viterbo

Un consigliere comunale e un militante di Casapound arrestati per lo stupro di una 36enne. Entrambi sono stati espulsi dal movimento di estrema destra

Un consigliere comunale e un militante di Casapound sono stati arrestati lunedì mattina per lo stupro di una 36enne a Viterbo. Il reato si è consumato all'interno di un circolo privato di Viterbo, di cui gli autori del reato avevano in quel momento l'uso esclusivo. Uno dei due arrestati è Francesco Chiricozzi, consigliere comunale eletto con Casapound.

L'altro arrestato è Riccardo Licci, che avrebbe commesso gli abusi insieme a Chiricozzi. Entrambi sono stati espulsi dal movimento di estrema destra. I due, pare, sarebbero stati incastrati dai video. Lo stupro, commesso il 12 aprile, è stato denunciato dalla donna nei giorni successivi, e ad inchiodare i due uomini sono stati i video con le immagini della violenza ripresi con un telefonino. «Per noi è un atto infame. Ribadisco, le persone nel frattempo sono espulse. Casapound non si è mai macchiata di reati relativi a violenze sessuali che abbiamo sempre condannati e mai avallato». Così Gianluca Iannone, presidente di Casapound Italia.

«È vergognoso e la pagheranno cara i balordi che hanno abusato della giovane 36enne a Viterbo. Dalle prime notizie sembra che la ragazza sia stata colpita, picchiata e poi dopo aver perso i sensi violentata. È sconvolgente. E sembra che nello stupro sia coinvolto anche un consigliere comunale eletto con Casapound. Ditemi voi se queste non sono delle bestie! - scrive su Facebook il ministro della Difesa Elisabetta Trenta -. Giunga il mio abbraccio e la mia vicinanza di donna e di Ministro alla ragazza e alla sua famiglia, in queste ore delicate e difficilissime».
29-04-2019


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy