METEO
BORSA
21/08/2019 06:05
Zalando
CRONACA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Hacker, scoperto virus che infetta WhatsApp

Il dispositivo s'infetterebbe con una sola chiamata (anche se non si risponde). Lo ha rivelato la compagnia controllata da Facebook. Problema scoperto all'inizio di maggio

Un difetto consentiva agli hacker di installare spyware su smartphone per accedere ai dati contenuti nei device tramite WhatsApp, la più popolare app per la messaggistica. Lo ha rivelato la compagnia controllata da Facebook, un cui portavoce ha spiegato che il numero di dispositivi infetti è di alcune dozzine, e che il problema è stato scoperto all'inizio di maggio.

Pare che l'attacco hacker mirava a un «numero selezionato» di utenti ed era orchestrato da «un cyberattore avanzato». Il virus avrebbe infettato diversi smartphone soltanto attraverso una chiamata Whatsapp, senza bisogno che ci fosse una risposta. La piattaforma di proprietà di Facebook conferma in una nota il report pubblicato dal Financial Times, ma spiega di aver provveduto a riparare il difetto che consentiva agli hacker di installare lo spyware nei device. Secondo il Financial Times, la tecnologia utilizzata dagli hacker è stata sviluppata da una società israeliana che produce prodotti per agenzie di intelligence mediorientali e occidentali.

WhatsApp, che ha invitato tutti i suoi 1,5 miliardi di utenti ad aggiornare le loro app come ulteriore precauzione, ha spiegato alla Bbc che il suo team di sicurezza è stato il primo a identificare il difetto. Le informazioni sono state quindi rese note ai gruppi per i diritti umani, società attive nella sicurezza e al Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti all'inizio di questo mese. «L'attacco ha tutti i tratti distintivi di una società privata, secondo quanto riferito, che collabora con i governi per fornire spyware che riprende le funzioni dei sistemi operativi di telefonia mobile», ha spiegato la società in una nota.
14-05-2019


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy