METEO
BORSA
26/05/2019 12:24
CRONACA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Uccise ladro dopo 38 furti: chiesta archiviazione

La procura di Arezzo ha depositato stamani la richiesta per Fredy Pacini, il gommista che il 28 novembre sparò alcuni colpi di fucile uccidendo Mircea Vitalie

Archiviazione per legittima difesa putativa. Questa la richiesta, depositata in mattinata dalla Procura di Arezzo per Fredy Pacini, il gommista 57enne che sparò alcuni colpi di fucile uccidendo Mircea Vitalie, 29 anni, moldavo, dopo aver subito 38 furti nella sua azienda.

Pacini era stato indagato per eccesso colposo di legittima difesa. Il gommista di Monte San Savino (Arezzo) uccise il 29enne moldavo il 28 novembre dopo che questi si era introdotto nella sua rivendita di gomme e biciclette probabilmente per rubare. Il pubblico ministero Andrea Claudiani ha firmato la richiesta di archiviazione per legittima difesa putativa. Secondo quanto appreso, la richiesta di archiviazione si è basata non sulla nuova legge sulla legittima difesa, ma sul vecchio impianto normativo.

Ora in base alle indagini, secondo il pm, il gommista quando sparò riteneva di essere in una situazione di effettivo pericolo: Mircea Vitalie si era introdotto di notte nella sua rivendita dove Pacini dormiva da mesi per aver subito svariati tentativi di furto. Adesso spetterà al gip decidere in merito alla richiesta di archiviazione.
15-05-2019


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy