METEO
BORSA
27/11/2020 18:06
CRONACA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Zalando
«Spero curva Rt scenda, oggi decidiamo sulle Regioni»

Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte: «A dicembre non ci sarà catarsi liberatoria, dovremo seguire le norme ma eviteremmo misure più restrittive»

«Oggi confido che il tasso Rt si abbassi da 1,7: vorrebbe dire che saremo incoraggiati ad andare avanti su questa strada. Ci sarà l'aggiornamento dei dati della curva epidemiologica. C'è una cabina di regia presso l'Istituto superiore di sanità con la partecipazione delle Regioni, e oggi ci aspettiamo un aggiornamento sui livelli di rischio delle singole regioni. Questo comporterà conseguentemente che la cabina di regia, condividendo i dati con il Cts, indicherà quali sono le Regioni che meritano una nuova classificazione». Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte nel corso di un confronto con il segretario della Cgil, Maurizio Landini.

«Non posso azzardare, non sono un indovino, ma seguo con attenzione quello che ci dicono gli esperti. Ci auguriamo che inizi l'appiattimento della curva, ma non sarebbe la fine del contagio», indicherebbe «che le misure funzionano e che abbiamo sotto controllo la curva. A dicembre non ci sarà catarsi liberatoria, dovremo seguire le norme ma eviteremmo misure più restrittive», ha detto ancora il premier.
13-11-2020


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy