METEO
BORSA
16/12/2017 00:29
Ariano International Film Festival
POLITICA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Trieste Film Festival
Salvini: «Su Ius soli finalmente M5S con noi»

Il leader della Lega lo ha detto domenica a "L'intervista" di Maria Latella, su SkyTg24. Quindi ha voluto ricordare: «Non ho mai incontrato Di Maio e Casaleggio»

«Finalmente su alcuni temi i 5 Stelle raggiungono posizioni di buon senso, come su cittadinanza e migranti. Non ho bisogno di incontrare Grillo, Di Maio e Casaleggio per fare la stessa battaglia su sicurezza e giustizia». Lo ha detto Matteo Salvini, domenica, intervenuto a "L'intervista" di Maria Latella, su SkyTg24.

«Se devo incontrare qualcuno non lo faccio di nascosto. Non ho mai incontrato o parlato nella mia vita con Di Maio e Casaleggio. Mi fanno tenerezza i giornali e i giornalisti che inventano notizie inesistenti», ha poi aggiunto il leader della Lega, spiegando anche che in merito allo ius soli, «il Pd è l'unico partito veramente razzista presente in Parlamento. La sinistra ha bisogno di nuovi elettori o nuovi schiavi o nuovi iscritti ai sindacati. Gli stessi immigrati regolari in Italia chiedono più sicurezza, meno tasse e migliori ospedali e non la "targhetta" della cittadinanza».

Di avviso diverso è il premier: «È arrivato il tempo di poter considerare a tutti gli effetti questi bambini come cittadini italiani. Glielo dobbiamo, è un atto doveroso e di civiltà. Mi auguro che il Parlamento lo faccia presto nelle prossime settimane». Così il presidente del consiglio, Paolo Gentiloni, ospite della Repubblica delle Idee a Bologna, a proposito della legge sullo Ius Soli. «Questa legge non riguarda solo il diritto di questi bambini - ha aggiunto Gentiloni - ma interessa anche la sicurezza del nostro Paese: la via contro la radicalizzazione non è la costruzione di muri, ma quella del dialogo e l'inclusione».

«Su questo tema dello ius soli si gioca un tema cruciale. Si gioca la partita dell'immigrazione. C'è chi dice immigrazione è uguale a terrorismo, ma è un'equazione che è sbagliata. C'è invece un rapporto tra terrorismo e integrazione. Un paese ben integrato è un paese più sicuro», ha affermato poi il ministro dell'Interno, Marco Minniti.
18-06-2017

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy