METEO
BORSA
16/12/2017 04:25
Enel
CRONACA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Trieste Film Festival
Ema, Milano beffata: la spunta Amsterdam

Decide la sorte, dopo che anche la terza votazione non è riuscita a incoronare un vincitore nella sfida. E alla fine è uscita vincitrice la capitale dei Paesi Bassi

Milano battuta da Amsterdam al sorteggio. Dopo aver superato i primi due turni nella votazione segreta per l'assegnazione dell'Agenzia europea del farmaco, che traslocherà nel 2019 da Londra dopo la Brexit, il capoluogo lombardo si è ritrovato così di fronte alla sola concorrenza della capitale olandese. Finito in pareggio anche il terzo turno di votazione, dall'urna del sorteggio escono vincenti gli olandesi.

Al primo turno Milano era in testa con 25 voti contro i 20 delle due città nord europee. Il secondo turno è iniziato intorno alle 17.20 e Milano ha ricevuto 12 voti, contro i 9 di Amsterdam e i 5 di Copenhagen (che è stata dunque esclusa). Se una delle città candidate avesse raggiunto i 14 punti la sfida si sarebbe conclusa. Al terzo turno ha prevalso chi ha ottenuto più preferenze.
Dopo la seconda tornata di votazioni è stata infatti esclusa Copenhaghen: la città lombarda ha raggiunto la fase finale.

Dopo la votazione sull'Ema i 27 stati membri sceglieranno la nuova sede dell'Eba, l'autorità bancaria. Bratislava, una delle città favorite alla vigilia, è stata eliminata al primo turno. A remare contro i malumori dei dipendenti: il 70% di loro, in un sondaggio interno, aveva manifestato la propria contrarietà ad un eventuale trasferimento in Slovacchia dell'Ema.
20-11-2017


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy