METEO
BORSA
20/02/2018 10:56
Zalando
CRONACA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Zalando
Vicepreside picchiato dal padre di un alunno

Un rimprovero al ragazzino alla base del gesto avvenuto alla scuola secondaria di I grado "L. Murialdo" di Foggia. Colpito alla testa e all'addome, 30 giorni di prognosi

Sono 30 i giorni di prognosi per il vicepreside della scuola secondaria di I grado "L. Murialdo" di Foggia colpito sabato scorso alla testa e all'addome da pugni dati dal genitore di un alunno che il giorno prima era stato rimproverato. La notizia confermata dopo essere apparsa sulla stampa locale.

Secondo i resoconti da Foggia, l'uomo si sarebbe scagliato contro il professor Pasquale Diana, colpendolo, tra l'altro, con un pugno al volto.
Pare che il docente non abbia reagito anche perché c'era la porta dell'aula aperta e non voleva spaventare gli alunni, riferiscno dalla scuola. Il figlio dell'aggressore, un ragazzino di 11 anni di prima media, avrebbe raccontato al genitore che era stato picchiato dal professore, ma il docente nega e dice di averlo solo richiamato e poi preso per un braccio e spostato perché rischiava di far cadere i compagni.

Una dirigente dell'istituto scolastico ha riferito che la scuola era chiusa lunedì per le festività di carnevale ma che tutti i docenti si sono in pratica autoconvocati per discutere di quanto avvenuto e confrontarsi sull'accaduto anche per sensibilizzare l'opinione pubblica «perché non accadano mai più fatti del genere».
12-02-2018

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy