METEO
BORSA
20/11/2018 21:51
Zalando
SPETTACOLO
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Zalando
È ufficiale: Asia Argento è fuori da X-Factor

Decisione dell'emittente per evitare che l'attenzione finsise sulle ultime vicende rispetto al programma. Intanto, ora i suoi legali cambiano strategia

Come pronosticato da più parti, Asia Argento è fuori da X Factor. L'attrice e la casa di produzione hanno trovato un accordo economico definito “soft” per l'interruzione della collaborazione evitando così che la sua presenza monopolizzasse l'attenzione sulle sue ultime vicende rispetto al programma.

La dodicesima edizione prende il via il 6 settembre con le puntate registrate ed Argento ci sarà solo per quanto riguarda le audizioni già registrate, non però per i live. Assieme a Mara Maionchi, vincitrice della scorsa edizione, Manuel Agnelli e Fedez, l'attrice al centro delle polemiche dopo le accuse di molestie a lei rivolte da Jimmy Bennett, sarà regolarmente sul piccolo schermo di Sky, come giudice, per le fasi di selezione. «Di comune accordo con Asia Argento - recita un comunicato diffuso questa mattina - Sky Italia e FreemantleMedia Italia hanno deciso di interrompere la collaborazione per tutelare i concorrenti rispetto a una vicenda che è estranea a loro e al programma è che distoglierebbe l'attenzione dal vero fulcro di X Factor, la musica è il talento». Il nome del giudice che entrerà nel cast di X Factor al posto di Asia Argento arriverà entro la prossima settimana.

«Credo sia giusta la scelta di sostituire Asia per tutelare i concorrenti. Io sono sicuro e spero che la scelta del quarto giudice sia presa con lo stesso intento e non per fare spettacolo» dice Fedez commentando l’esclusione della collega dalla giuria di X Factor. Manuel Agnelli aggiunge: «Sono addolorato perchè sono amico di Asia e sono convinto del fatto che sia una persona facilmente attaccabile, molto fragile e con un sacco di scheletri nell’armadio, come me. Questa vicenda ha raggiunto vertici di distorsione pericolosi. Il New York Times non può essere un tribunale. Se non c’è un’accusa, un processo e una condanna, allora non può esserci una condanna pubblica così mostruosa. È stato uno schifo a livello di comunicazione».

Intanto, cambia tutto nella vicenda con Jimmy Bennett a livello legale: in primis l’attrice ha assoldato un nuovo avvocato e poi ha completamente rivoluzionato la strategia adottata fino ad ora modificando del tutto anche la sua versione dei fatti. Le dichiarazioni del nuovo legale, Mark Jay Heller, cozzano con quanto stabilito in precedenza da Anthony Bourdain che, al fine di proteggere Asia, aveva ceduto al ricatto di Jimmy Bennett: «La relazione con Bennett non è mai stata sessuale». Poi aggiunge: «Ora che Bourdain è morto e non può commentare sul desiderio di evitare un potenziale scandalo, Asia non permetterà che nessun'altra rata del pagamento di 380 mila dollari concordato sia pagata a Bennett che ha già ricevuto 250 mila dollari».
05-09-2018


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy