METEO
BORSA
09/12/2018 21:49
POLITICA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Zalando
Di Maio: «Ci sarà terremoto politico in Ue. E questo ci aiuterà»

Intervento del vicepremier nel corso di un tour elettorare in Basilicata. E ribadisce la sua convinzione: le elezioni per il rinnovo dell'Europarlamento cambieranno tutto

«Ci sarà un terremoto politico a livello europeo e tutte le regole cambieranno. In tutti i paesi europei - lo vediamo dai sondaggi - sta per accadere quello che è accaduto qui il 4 marzo. Si vedrà con le elezioni europee e questo ci aiuterà».

Luigi Di Maio torna a ribadire la sua convinzione, secondo cui fra sei mesi, dopo le elezioni di maggio per il rinnovo dell'Europarlamento, l'Europa come la conosciamo adesso non ci sarà più. Lo ha detto nel corso di un tour elettorare in Basilicata. Il ministro dello Sviluppo economico e vice premier si dice disposto al dialogo verso l'Ue, a patto che non ci siano pregiudizi verso il governo Lega-cinquestelle: «Il deficit noi ne facciamo un pò ma lo possiamo ripagare con la crescita, a differenza del passato in cui si faceva il deficit per poi prendere quei soldi e metterli o in qualche bonus elettorale o nelle banche, nei sistemi di lobby. E allora, se il problema è il pregiudizio verso questo governo non abbiamo speranze, se invece c'è una volontà di dialogare con questo governo, noi siamo i primi: ci accampiamo a Bruxelles e gli spieghiamo tutto quello che vogliamo fare, gli spieghiamo i fondamentali dell'Italia».

Ma per Di Maio non c'è che una spiegazione alle critiche dell'Europa contro la manovra dei gialloverdi: «Il sistema mediatico e il sistema europeo ormai hanno deciso che questo governo deve cadere il prima possibile. Ma più fanno così, più ci compattano. Siamo due forze politiche molto diverse che si sono messe insieme con un contratto di governo, ma stanno riuscendo nel miracolo di compattarci con questi attacchi continui perché dobbiamo difenderci e dobbiamo reagire, ma soprattutto dobbiamo difendere l'Italia
».
07-10-2018

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy