METEO
BORSA
23/10/2018 08:27
ECONOMIA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Pace fiscale, Salvini: tetto a 500 milioni

Il vice premier corregge le indiscrezioni degli ultimi giorni: sconto anche sull'imposta da pagare, non solo su interessi e sanzione. «Non sarà rottamazone»

«Chiudiamo la rottamazione vecchia dei governi passati e ci sarà la pace fiscale , saldo e stralcio, per quel che mi riguarda sotto i 500mila euro». Lo ha detto Matteo Salvini a 'Rtl 102.5'. E spiega: «La pace fiscale riguarda alcuni milioni di italiani che hanno fatto la dichiarazione dei redditi, non quelli che hanno 4 Ferrari».

«Se il negozio è andato male, il figlio ha perso il lavoro e non riescono a pagare, io non voglio interessi, more, sanzioni e capitali. Se te ne chiedo il 15%, incasso e tu torni a lavorare. Non è una rottamazione come in passato ma un intervento a gamba tesa». «Lo spread che sale? È scontro tra vita vera e realtà finanziaria. Se volessi pensar male, dovrei pensare che c'è chi agita il fantasma spread perché l'Italia che torna a crescere non è l'Italia pronta a svendere le sue aziende» ha detto in mattinata il vicepremier, parlando al convegno Ugl "Crescita economica e prospettive sociali in un'Europa delle Nazioni", alla presenza di Marine Le Pen.

«Chi pensa di speculare sull'economia - ha aggiunto - perde tempo e perde denaro». Vedo una manovra finanziaria di speculatori alla vecchia maniera, che puntano sul crollo del Paese per comprare le aziende sane - ha concluso -. A nome del governo dico non torneremo indietro».
08-10-2018


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy