METEO
BORSA
21/08/2019 06:09
Zalando
ESTERI
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Zalando
Strasburgo, quattro fermi per la strage al mercatino di Natale

L'attentatore, Cherif Chekatt, ha ucciso 3 persone e ferito altre 14, di cui otto in gravi condizioni come il giornalista italiano Antonio Megalizzi, 29 anni, di Trento

Continua la caccia a Cherif Chekatt, l'algerino di 29 anni che martedì sera, al grido di Allah Akbar, ha aperto il fuoco al mercatino di Natale di Strasburgo. Gli investigatori hanno preso in custodia il fratello di Cherif, insieme ad altre quattro persone. Lo riferiscono i media locali a Strasburgo.

L'attentatore ha ucciso 3 persone e ferito altre 14, di cui otto in gravi condizioni come il giornalista italiano Antonio Megalizzi, 29 anni, di Trento. Con Megalizzi è stato ferito anche un suo collega francese che come lui lavora per Europhonica, come si legge in un tweet rilanciato dalla stessa emittente, un network radiofonico europeo. L'assalitore, che secondo alcuni testimoni sarebbe fuggito in taxi, sarebbe rimasto ferito a un braccio durante lo scontro con la polizia. Chekatt, nato a Straburgo da famiglia algerina, ha esploso diversi colpi d'arma da fuoco nella rue del Grandes Arcades, vicino alla centralissima Place Kleber, dove si trova il mercatino. Poi è fuggito in direzione della Grande Rue, dove testimoni hanno udito altri spari.

Il procuratore ha ricostruito la macabra spedizione di Cherif Chekatt. L'attentatore è stato visto per la prima volta con un coltello poco prima delle 20:00 in rue des Orfèvres, nella zona del mercatino di Natale. Ha poi attraversato diverse strade del centro. Secondo testimonianze raccolte dagli inquirenti, ha precisato Heitz, ha gridato «Allah Akbar». «Durante tutto il suo percorso - ha aggiunto in conferenza stampa il procuratore - ha aperto il fuoco e utilizzato un coltello con cui ha ferito gravemente e dato la morte». L'individuo ha poi sparato contro «quattro militari» dell'operazione antiterrorismo Sentinelle che hanno risposto colpendolo al braccio. L'uomo è poi fuggito a bordo di un taxi. Secondo quanto testimoniato dal tassista, l'uomo ha chiesto di essere portato nel quartiere di Neuhof. «Per giustificare le ferite riportate, ha spiegato all'autista di aver sparato contro i militari e ucciso 10 persone», ha spiegato il procuratore, aggiungendo che una volta sceso dall'auto c'è stato un ulteriore scontro a fuoco con altri poliziotti. Heitz ha inoltre riferito che il casellario giudiziario del sospetto «comporta 27 condanne per fatti di diritto comune, commessi in gran parte in Francia ma anche in Germania e in Svizzera».

Aprendo oggi a Strasburgo il dibattito sul futuro dell’Europa con il Presidente della Repubblica di Cipro, Nicos Anastasiades, il Presidente Antonio Tajani ha espresso il proprio dolore per le vittime dell’attacco terroristico di ieri a Strasburgo, la sede del Parlamento europeo: «Esprimo tutto il mio dolore per le vittime degli attacchi a Strasburgo, città simbolo di pace e di riconciliazione. L'atto criminale di ieri è stato un attacco al nostro modo di vivere. Tuttavia, dobbiamo continuare a lavorare per dimostrare la forza che attingiamo dalla libertà. La democrazia vincerà sempre sulla violenza, sul crimine e sul terrore", ha dichiarato il Presidente del Parlamento europeo. Alle 12.30 in Plenaria si terrà un minuto di silenzio per commemorare le vittime».
12-12-2018


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy