METEO
BORSA
20/03/2019 23:18
Zalando
CRONACA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Termini Imerese, arrestati i vertici Blutec

In manette il presidente e l'Ad della società: «Distratti i fondi per l'ex Fiat». Contestualmente, è stato emesso un decreto di sequestro preventivo del complesso

Arresti domiciliari in Sicilia per il presidente del consiglio di amministrazione Roberto Ginatta e l'amministratore delegato Cosimo di Cursi della Blutec Spa, la società che ha rilevato l'ex stabilimento Fiat di Termini Imerese. L'accusa sarebbe di malversazione ai danni dello Stato.

Contestualmente, è stato emesso un decreto di sequestro preventivo dell'intero complesso aziendale e delle relative quote sociali, nonché delle disponibilità finanziarie, immobiliari e mobiliari riconducibili agli indagati fino all'importo di 16 milioni e 516 mila euro. L'attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica di Termini Imerese e condotta dal Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Palermo, riguarderebbe i finanziamenti statali, attraverso Invitalia, per la riapertura dello stabilimento, dove Blutec avrebbe dovuto produrre auto elettriche. A Roberto Ginetta e Cosimo Di Cursi è stata notificata anche una misura interdittiva, per la durata di 12 mesi, che riguarda il divieto di esercitare imprese e uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese.
12-03-2019

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy