METEO
BORSA
27/05/2019 08:29
Zalando
EVENTI
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Brexit, rinvio di almeno tre mesi

Non è stato approvato l'emendamento per un referendum bis: ha avuto appena 85 voti a favore e 334 contrari. Ha pesato l'astensione del Labour

Niente uscita dall'Unione Europea senza accordo e niente uscita sulla base di un nuovo referendum: arriva infatti la bocciatura alla Camera dei Comuni britannica per l'ipotesi di una nuova consultazione referendaria sulla temuta Brexit.

Non è stato approvato in serata un emendamento trasversale presentato per collegare la richiesta di un rinvio dell'uscita dall'Ue proposta in una mozione destinata ad andare al voto più tardi alla convocazione di una nuova consultazione referendaria («Peoples Vote») dopo quella del 2016. L'emendamento ha avuto appena 85 voti a favore e 334 contrari. Ha pesato l'astensione del Labour.

Intanto, di umiliazione in umiliazione, la premier britannica ha presentato la mozione della disperazione: secondo il testo il suo bistrattato accordo sulla Brexit deve essere approvato entro il 20 marzo e, se anche questo dovesse accadere, May chiederebbe dunque all'Europa un'estensione fino a giugno per far passare tutta la nuova legislazione a Westminster e chiudere questa prima estenuante fase della Brexit.
14-03-2019

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy