METEO
BORSA
22/04/2019 21:15
Zalando
CRONACA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Agire
Carabiniere ucciso in una sparatoria nel Foggiano

Il conflitto a fuoco presso la stazione di Cagnano intorno alle 10 del mattino nella piazza principale del paese. Il militare è deceduto in ospedale

Un carabiniere in servizio presso la stazione di Cagnano Varano, nel Foggiano, è stato ucciso durante un conflitto a fuoco avvenuto nella piazza principale del paese intorno alle 1 di sabato mattina. Bloccato un uomo. Secondo le prime ricostruzioni, la sparatoria sarebbe avvenuta ad un posto di blocco nella piazza principale del paese.

Stando alle prime informazioni, una pattuglia dei carabinieri ha fermato per un controllo un'auto con a bordo un pregiudicato. Questi avrebbe sparato con la pistola uccidendo il maresciallo a bordo dell'auto di servizio, Vincenzo Carlo Di Gennaro di 47 anni in servizio presso la stazione di Cagnano Varano, e ferendo un altro militare in modo non grave, colpito di striscio a un braccio e a un fianco dai proiettili.

Il pregiudicato ha poi tentando la fuga ma è stato bloccato e portato in caserma dove viene interrogato. 66 anni, ritenuto responsabile dell'uccisione del maresciallo dei carabinieri avvenuta questa mattina nella piazza principale di Cagnano Varano, ha precedenti per reati legati alle sostanze stupefacenti. Secondo una ricostruzione, più dettagliata, l'uomo è stato fermato per un controllo stradale (inizialmente si era anche diffusa la notizia di un intervento della pattuglia a seguito di una segnalazione per lite in famiglia). Per evitare il controllo, ha estratto una pistola e ha fatto fuoco colpendo entrambi i carabinieri a distanza piuttosto ravvicinata.

Un minuto di silenzio è stato chiesto poco fa dal premier Giuseppe Conte per la morte del maresciallo Di Gennaro durante la cerimonia di inaugurazione dell'anno accademico del Politecnico di Bari. «È un giorno triste - ha detto Conte - perché poco fa nel mio Gargano il maresciallo Di Gennaro è stato ferito in servizio ed è caduto, e un altro carabiniere che era con lui è rimasto ferito».
13-04-2019

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy