METEO
BORSA
13/11/2019 14:22
SPETTACOLO
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Agire
Joker Leone d’Oro, Marinelli miglior attore Joker Le

Al potente film di Phillips interpretato da Joaquin Phoenix va la 76ma Mostra del cinema. Lo ha ritirato il regista insieme con l’attore. Premio della Giuria a Polanski

Joker, il potente film di Todd Phillips interpretato da un magnetico Joaquin Phoenix, vince il Leone d’oro alla 76ma Mostra di Venezia. J’accuse di Roman Polanski ha avuto il Leone d’Argento-Gran Premio della Giuria. Luca Marinelli è il miglior attore per Martin Eden.

Phillips ha ritirato il premio insieme al suo attore, festeggiatissimo dal pubblico: «Lo ringrazio per il suo foille talento», ha detto il regista. Grandi applausi anche per la Coppa Volpi, meritatissima, assegnata a Marinelli. «Parlo in italiano, forse riuscirò a dire qualcosa di sensato. E’ una emozione gigantesca, una situazione assurda». Scherza, rivolto alla giuria: «Spero vi rendiate conto dell’errore che avete fatto». Si fa serio: «Ringrazio anche Jack London, che ha creato un marinaio che cercava la verità. Penso a tutte le persone che sono in mare e che salvano vite umane. Viva l’umanità, viva l’amore».

Altra Italia nel premio speciale della Giuria attribuito a La mafia non è più quella di una volta di Franco Maresco: il riconoscimento gratifica la controversa opera del regista palermitano e sgombra il campo dalle polemiche scatenate dal presunto attacco al presidente Mattarella contenuto nel film. In assenza del regista, rimasto a Palermo, si è presentato sul palco Rean Mazzone, il produttore. «Dico no a qualunque tipo di censura», ha dichiarato dopo i ringraziamenti di rito. La Coppa Volti alla miglior attrice è andato alla francese Ariane Ascaride, la nonna crumira di Gloria Mundi di Robert Guédiguian: «Sono fiera di essere figlia di immigrati italiani», ha detto emozionatissima l’attrice, moglie e musa del regista. Il premio alla sceneggiatura è andata al cartoon cinese N. 7 Cherry Lane di Yonfan, quello per la regia allo svedese Roy Andersson per About Endlessness. L’ottimo Babyteeth, diretto dall’australiana esordiente Shannon Murphy, potenziale Leone d’oro, ha dovuto accontentarsi del Premio Mastroianni assegnato al giovanissimo attore Toby Wallace. Ha vinto i 100 mila dollari del Premio Luigi De Laurentiis l’opera prima You will die at 20 di Amjad Abu Alala. A Orizzonti si è affermato Atlantis di Valentyn Vasyamovich.
07-09-2019


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy