METEO
BORSA
12/12/2019 21:06
Zalando
POLITICA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Zalando
Il taglio dei parlamentari è legge: ok dalla Camera

Via libera con 553 sì. Hanno votato a favore le forze di maggioranza (M5s, Pd, Italia Viva, Leu) e quelle di opposizione (Forza Italia, Lega, Fratelli d'Italia)

A larghissima maggioranza, nell'aula della Camera, il Parlamento approva il taglio dei parlamentari. Il provvedimento riceve infatti il via libera definitivo: i sì alla riforma costituzionale sono stati 553, i no 14 e 2 gli astenuti. Hanno votato a favore le forze di maggioranza (M5s, Pd, Italia viva, Leu) e le forze di opposizione (Forza italia, Lega, Fratelli d'Italia), anche se con alcuni distinguo personali al loro interno, più alcuni deputati del Misto.

Uniche forze del Parlamento a dire no sono state +Europa (3 deputati) e Noi con l'Italia (4 deputati guidati Lupi). Ha votato in dissenso dal M5s il deputato andrea Colletti. In dissenso dal gruppo anche la dem Angela Schirò, eletta all'estero, che si è astenuta. Al termine delle votazioni l'aula ha osservato un minuto di silenzio ed ha tributato un applauso unanime in memoria dei due poliziotti uccisi alla Questura di Trieste.

Con la riforma, cambia il rapporto numerico di rappresentanza sia alla Camera dei deputati (1 deputato per 151.210 abitanti, mentre oggi era 1 per 96.006 abitanti) sia al Senato (1 senatore per 302.420 abitanti, mentre oggi era 1 ogni 188.424 abitanti).
08-10-2019

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy