METEO
BORSA
21/11/2019 15:44
CRONACA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Esplosione a Quargnento: proprietario cascina ha confessato

Svolta nella notte, dopo che i carabinieri del Comando provinciale di Alessandria hanno ascoltato Giovanni Vincenti, a poche ore dai funerali dei tre pompieri morti

Ha confessato Giovanni Vincenti, il proprietario della cascina esplosa di Quargnento (Alessandria), fermato per attentato e fride all'assicurazione, ascoltato per dieci ore dai carabinieri nell'ambito delle indagini per la morte dei tre vigili del fuoco.

La svolta è arrivata dunque nella notte nelle indagini sull'esplosione di Quargneto. Indagata a piede libero la moglie Antonella Patrucco, in concorso. Assistito dall'avvocato Laura Mazzolini, l'uomo è sempre stato al centro dell'attività investigativa dei militari dell'Arma, agli ordini del colonnello Michele Angelo Lorusso. Il fascicolo aperto dal procuratore Enrico Cieri ipotizzava i reati di disastro doloso, omicidio plurimo e lesioni volontarie.
Vincenti era stato più volte sentito dai carabinieri, riconvocato venerdì sera, alle 21, a poche ore dai funerali solenni di Antonino, Marco e Matteo nella cattedrale dei Santi Pietro e Marco di Alessandria, alla presenza tra gli altri del premier Giuseppe Conte, del presidente della Camera Roberto Fico e del ministro dell'Interno Luciana Lamorgese.

Stando alle prime informazioni, l'uomo è stato fermato per attentato e frode all'assicurazione, ascoltato per dieci ore dai carabinieri nell'ambito delle indagini per la morte dei tre vigili del fuoco. Esclusa la volontà di uccidere: per chi indaga, infatti, Vincenti voleva solo danneggiare l’immobile. Gli è stato contestato comunque l’omicidio plurimo perché non ha avvertito i soccorritori della presenza delle 5 bombole di gas. Per gli inquirenti la prova è schiacciante: il timer acquistato in un negozio di Alessandria è quello per le luci degli alberi di Natale. A casa gli hanno trovato il libretto di istruzioni.
09-11-2019


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy