METEO
BORSA
14/12/2019 23:19
POLITICA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Scontro Salva-Stati, l’ultimatum di Di Maio a Conte

Il leader M5S inamovibile: «Così com’è, i nostri parlamentari non lo voteranno mai». Se Conte e il governo non si fermano l’esecutivo è a rischio

«Così com’è, i nostri parlamentari non lo voteranno mai». A dirlo è il leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio, parlando del Fondo Salva-Stati, anche se, aggiungono dal Movimento, «siamo sicuri che alla fine prevarrà l’interesse del Paese». La presa di posizione dopo il presunto ultimatum del leader dei grillini Giuseppe Conte e al Mef.

Resta dunque la tension nel governo. Il premier sul caso è stato chiaro.
«Lunedì – ha detto – come sempre sarò in Parlamento in modo trasparente a riferire tutte le circostanze e verranno spazzate via mezze ricostruzioni, mistificazioni, mezze verità e palesi menzogne». Duro poi Conte su Salvini: «Chi oggi si sbraccia a fare dichiarazioni altisonanti e a minacciare… se Salvini è uomo d’onore vada in Procura a fare un esposto. Io non ho l’immunità perché non sono parlamentare, lui ce l’ha e ne ha già approfittato per il caso Diciotti. Io lo querelerò per calunnia, veda di non approfittarne più».
30-11-2019

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy