METEO
BORSA
23/01/2020 16:31
SPORT
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Trieste Film Festival
Doping: Russia esclusa da Olimpiadi e Mondiali

La sanzione della Wada ufficializza lo stop per 4 anni. L’annuncio da Losanna dopo i recenti scandali. I Mondiali riguardano alcuni sport, e non il calcio e il tennis

Con una «decisione presa all’unanimità», la Russia resta fuori per quattro anni da Olimpiadi e Mondiali. La clamorosa notizia arriva in seguito alle accuse di doping. Gli atleti che potranno dimostrare di non essere coinvolti nello scandalo del doping potranno competere sotto la bandiera neutrale.

La Russia è coinvolta in scandali sul doping da quando un rapporto del 2015 commissionato dalla WADA ha trovato prove del doping di massa nell'atletica russa; da allora molti dei suoi atleti non hanno partecipato alle ultime due Olimpiadi e il Paese è stato privato completamente della sua bandiera ai Giochi invernali di Pyeongchang dell'anno scorso, come punizione per aver insabbiato il doping di Stato ai Giochi di Sochi del 2014. Mosca ha ammesso i problemi ma ha negato l'accusa di aver organizzato il doping di Stato. Lo scorso 26 novembre il Comitato di controllo della conformità (Crc) dell'agenzia antidoping mondiale (Wada) aveva chiesto di bandire per quattro anni la Russia dalle principali competizioni sportive accusandola di aver falsificato i dati di laboratorio consegnati agli investigatori.

La Russia adesso potrà presentare appello al Tribunale di Arbitrato per lo Sport (Tas) ma rischia che la bandiera e l'inno russo non siano ammessi in occasione di eventi come le Olimpiadi di Tokyo 2020, i Mondiali di calcio del 2022 in Qatar e i Giochi Invernali di Pechino 2022. Intanto il Comitato Esecutivo dell'Agenzia mondiale antidoping (WADA) ha stabilito altresì che la Russia, nel periodo stabilito, non potrà ospitare o concorrere all'assegnazione d'importanti tornei sportivi internazionali. Il Comitato Esecutivo della WADA ha anche stabilito che i funzionari statali russi, nonché i funzionari del Comitato Olimpico Russo (ROC) e del Comitato Paralimpico Russo (RPC), sono stati banditi dal partecipare a tutti i maggiori tornei sportivi internazionali, sempre per un periodo di quattro anni.
09-12-2019

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy