METEO
BORSA
12/08/2020 08:57
Zalando
HI-TECH
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Convegno Centro Studi Socio-Economici Roma3000

“Obbligo di deindicizzazione dai motori di ricerca al di fuori degli Stati membri. Corte di Giustizia della Unione Europea, caso C-507/17: garante inflessibile o un passo indietro nella lotta al Revenge Porn?” E' questo il titolo del convegno recentemente organizzato dal Centro Studi Socio-Economici Roma3000, dal Centro Studi Criminologici Giuridici e Sociologici e dall'Associazione Persefone, voluto da A.I.G.A. (Associazione Italiana Giovani Avvocati).
Revenge porn, violenza sulle donne... ma anche protezione dei dati personali e protezione delle  stesse persone fisiche con riguardo al trattamento di tali dati. Sono solo alcuni degli argomenti che si intrecciano in questa sentenza della Corte di Giustizia europea, il cui disposto potrebbe apparentemente scontrarsi con le attuali tendenze del diritto vivente e del Legislatore nazionale e sovranazionale, volto alla sempre più costante tutela della privacy, delle c. d. "fasce deboli", e del diritto all'oblio.
Per la trattazione di argomenti così trasversali - in cui si intrecciano diritto, criminologia, psicologia e cronaca - gli organizzatori hanno previsto un eclettico parterre di relatori d'eccezione, che forniranno il proprio punto di vista professionale sulla problematica e sui fenomeni ad essa attinenti, soffermandosi singolarmente su ciascuno degli argomenti da approfondire.
Il seminario, che si terrà il giorno 15 gennaio, dalle ore 15.00 alle ore 18.00, presso la Suprema Corte di Cassazione (verrà resa presto nota la sala in cui verrà realizzato), è stato già riconosciuto valevole per la formazione professionale continua dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Roma. Gli organizzatori hanno anche già richiesto il riconoscimento come evento deontologico, attese la presenza di relatori di indiscussa competenza e fama e l'importanza e l'attualità delle tematiche trattate.
Dopo l'apertura dei lavori a cura del moderatore - il giornalista Domenico Martinelli, Direttore Area Giornalismo del Centro Per gli Studi Criminologici Giuridici e Sociologici - il presidente del Centro Studi Socio-Economici Roma3000 Alessandro Conte ed un rappresentante di A.I.G.A. terranno un breve indirizzo di saluto. Al riguardo non è esclusa anche la partecipazione di un consigliere dell'Ordine Avvocati di Roma.
Successivamente, il Cons. Valerio de Gioia, magistrato della 1^ Sezione Penale del Tribunale di Roma - nonché autore di innumerevoli interventi sul delicato argomento e curatore di numerosi testi di approfondimento giuridico  - si soffermerà sul tema in parola fornendo una sua lectio, con particolare riguardo al "diritto all'oblio" - o meglio, al diritto a non essere ricordati - che da alcuni anni è oggetto di studio da parte della dottrina e di attenzione da parte della giurisprudenza nazionale e sovranazionale.
Seguirà un approfondito intervento da parte del dott. Emilio Orlando - noto giornalista di cronaca nera e giudiziaria e scrittore particolarmente attento alle dinamiche criminali - che traccerà un punto di situazione, da studioso delle tematiche sociali qual è, sulla c. d.  "web reputation”: un fenomeno che è importante per le aziende, ma anche per i singoli, specie se indifesi, e che spesso si rivela essere un'arma a doppio taglio.
L'avv. Gianni Dell’Aiuto, membro della Commissione Privacy C.O.A. di Roma e dell'Associazione Persefone - data protection officer ed autore di numerosi testi ed articoli di approfondimento giuridico sulla protezione dei dati personali - concentrerà il suo intervento sul “diritto alla cancellazione dei dati". Un diritto che esiste da molti anni, ma che è stato spesso trascurato ed ignorato e che è tornato alla ribalta con la promulgazione del Regolamento (UE) 2016/679 e con i conseguenti risvolti pratici di questa norma europea nella vita di tutti i giorni.
Sarà poi la volta della dott. ssa Maria Esposito, psicologa e sessuologa - esperta di devianza, psicodiagnostica clinica e giuridico peritale - nonché membro dell'Associazione Persefone. La professionista approfondirà per i presenti il tema de "l'impatto psicosessuologico del fenomeno del revenge porn sulle vittime". Questo, nella considerazione che il revenge porn è una pratica talvolta descritta proprio come una forma di violenza, abuso psicologico, o abuso sessuale.
La dott. ssa Isabella Corradini - nota psicologa sociale e criminologa, presidente e direttore scientifico del centro ricerche socio-psicologiche e criminologico-forensi "Themis", esperta in tematiche quali il cybercrime, la cybersecurity, il cyberbullying e lo stalking - svolgerà uno specifico intervento sui “crimini relazionali nell'era digitale", specificando come "il punto chiave" dell'intricata matassa sia proprio la consapevolezza.
Chiuderà i lavori l'avv. Maria Rosaria Baldascino - presidente dell'Associazione Persefone, esperta in diritto delle tecnologie informatiche e diritto minorile, nonché in vittimologia e cybercrime - che riassumerà gli aspetti giuridici e psicologici dell'intero tema trattato ed il cui intervento percorrerà le differenti tappe “dal Codice Rosso alla sentenza della Corte di Giustizia Europea”. L'esperta fornirà degli spunti di approfondimento e riflessione sulla predetta sentenza della Corte di Giustizia, proprio alla luce della legge 19 luglio 2019, n. 69, che ha introdotto delle particolari forme di tutela per le fasce deboli nel nostro ordinamento.
Un appuntamento da non perdere per i professionisti interessati, ma anche per i non addetti ai lavori che vogliano aggiornarsi sul delicato argomento.
30-12-2019

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy