METEO
BORSA
03/06/2020 07:47
CRONACA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Agire
Coronavirus, dimessi 20 turisti a Roma

L’ambasciata: «Basta aggressioni ai cinesi in Italia». Intanto Pechino sblocca il ritorno di Niccolò. Hubei, in un giorno 242 morti e 14mila casi: nuovi criteri nel contagio

Finalmente dimessi dall'ospedale Spallanzani di Roma i venti turisti cinesi che facevano parte della comitiva della coppia risultata positiva al Sars-Cov-2. Sono stati in quarantena 14 giorni, senza sintomi. Tra loro anche cinque minori.

Intanto il bilancio globale delle vittime del virus Sars-Cov-2 e dei contagiati continua a salire: 1.350 il numero dei decessi in Cina, con 242 morti in un solo giorno nella provincia centrale di Hubei. Le autorità cinesi parlano di un totale di 1.310 morti solo a Hubei dallo scoppio dell'epidemia. Sono invece circa 60mila le persone che risultano contagiate nel mondo. Un dramma che il presidente Xi Jinping, prima di tutto segretario generale del Partito comunista cinese, affronta prendendosela con i funzionari di più alto livello politico della provincia dell'Hubei e del suo capoluogo Wuhan, focolaio del coronavirus, incolpandoli di omissioni e ritardi di fronte all'epidemia. I media ufficiali hanno riferito, in successione, la rimozione di Jiang Chaoliang da segretario del Partito comunista dell'Hubei, sostituito dal sindaco di Shanghai, Ying Yong, fedelissimo del presidente. Quindi Wang Zhonglin è stato ufficializzato alla guida del partito di Wuhan, al posto di Ma Guoqiang che a fine gennaio in un'intervista alla tv statale Cctv ammise i ritardi nella scoperta del coronavirus.

Resta il caso della Diamond Princess. Il governo del Giappone ha riferito di 44 nuovi contagi di coronavirus sulla nave da crociera ormeggiata nel porto di Yokohama,l portando così a 218 i casi confermati sulla nave. Tra loro ci sono 29 cittadini e 15 stranieri, 42 passeggeri e un membro dell'equipaggio. Il numero totale dei casi confermati in Giappone, comprendendo i passeggeri della nave, è salito ora a 247 persone.
13-02-2020

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy