METEO
BORSA
07/07/2020 19:51
Zalando
ECONOMIA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Agire
La Federal Reserve non basta, Borse giù

Milano limita i danni, con il Ftse Mib in calo di un punto percentuale. A Francoforte il Dax30 ha perso il 2%, a Parigi il Cac40 il 3% e a Madrid l'Ibex35 circa il 4%

Altra giornata difficile in Borsa. In avvio delle contrattazioni, Francoforte frana del 4,6%, Milano perde invece il 2,5% ma molti titoli non riescono a fare prezzo, Londra arretra del 4,6 per cento. I future hanno toccato il limite di ribasso a Wall Street, nel giorno della migrazione degli scambi interamente sul formato elettronico, per evitare contatti tra trader nelle sale della Borsa di New York. Sale lo spread tra Btp e Bund tedeschi in apertura: il differenziale di rendimento risale a 200 punti base.

Nel corso della giornata, la Federal Reserve sfodera l'artiglieria pesante, con una nuova misura (per molti equivalente al 'Whatever it takes" di Draghi): ha fatto sapere che acquisterà un ammontare illimitato di Treasury e di mortgage-backed securities per garantire liquidità ai mercati finanziari, colpiti duramente dagli effetti della pandemia da coronavirus. Ma ai mercati non basta: Milano limita i danni, con il Ftse Mib in calo di un punto percentuale. A Francoforte il Dax30 ha perso il 2%, a Parigi il Cac40 il 3% e a Madrid l'Ibex35 circa il 4%. Oggi la Federal Reserve ha messo in campo. Sul fronte dei cambi, la moneta unica passa di mano a 1,0738 dollari (1,07 in avvio e 1,0695 alla chiusura di venerdì), e a 119,714 yen (118 e 119,12), quando il biglietto verde vale 111,456 yen (110,21 e 111,356).

In Asia, se si esclude Tokyo, che avanza dell’1,87% per la possibilità che le Olimpiadi in Giappone non siano cancellate ma solo rinviate, il trend negativo prevale. Non sono bastati quindi gli stimoli economici e monetari varati nei giorni scorsi: Shanghai arretra del 2,59%, Hong Kong del 4,6%, Seul 5,6% e Taipei del 3,37%, mentre il listino australiano che ha perso quasi il 6%.
23-03-2020

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy