METEO
BORSA
02/06/2020 01:07
Trieste Film Festival
Zalando
POLITICA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Zalando
Coronavirus, Conte riferisce alle Camere

Discorso del presidente del Consiglio in Parlamento sulle misure prese per contenere l’epidemia. «Prova durissima, ci confrontiamo con nuove abitudini di vita»

Dopo il question time, discorso del presidente del Consiglio in Parlamento Giuseppe Conte sulle misure prese per contenere l’epidemia. «Prova durissima, ci confrontiamo con nuove abitudini di vita. Non avrei mai immaginato di vedere sfilare autocarri dell'Esercito con le bare. Grazie agli sforzi straordinari di medici e infermieri, l'epidemia ha scatenato una crisi senza precedenti, con un impatto negativo che coinvolge tutti i settori. Ogni giorno siamo costretti a registrare nuovi decessi, è un dolore immenso a cui non avremmo mai pensato: ai familiair di quei cittadini che vediamo sfilare nelle bare va la mia commossa vicinanza».

Quella di oggi è la prima volta di Conte in Aula da quando è scoppiata l'emergenza coronavirus. «Continueremo nel nostro ordinamento interno a operare con la massima determinazione, con il massimo coraggio e con la massima fiducia che restando uniti ne usciremo presto - ha detto Conte -. In questi giorni molti hanno riletto ed evocato, anche pubblicamente, le pagine sulla peste scritte da Manzoni nei Promessi sposi: proprio in quest'opera viene ricordato un antico proverbio, ancora oggi fortemente in auge, per cui del senno del poi son piene le fosse. Ci sarà un tempo per tutto. Ma, oggi, è il tempo dell'azione, il tempo della responsabilità». «Sono consapevole della necessità del coinvolgimento del Parlamento», che ritengo «doveroso» aggiunge il premier Conte nel corso dell'informativa alla Camera, ricordando che il governo informerà le Camere «ogni quindici giorni» e che tutti i «decreti» sono stati trasmessi« al Parlamento. «Saranno inviati nei prossimi giorni - ma mi risulta che già in queste ore un primo gruppo sia arrivato - nuovi medici negli ospedali in difficoltà, con nuova ordinanza trasferiremo 500 infermieri nelle zone con il più alto numero di malati Covid-19». «È imperativo perciò garantire il massimo grado possibile di liquidità alle imprese - continua Conte -. L'Italia sta lavorando alla creazione di strumenti di debito comune dell'eurozona».

Intanto sono nove i leader europei, tra i quali il premier Giuseppe Conte e il presidente francese Emmanuel Macron, che hanno firmato una lettera congiunta per chiedere, in vista del vertice europeo di domani, la creazione dei Coronabond per fronteggiare la crisi economica dovuta alla pandemia. La lettera è firmata da Spagna, Francia, Portogallo, Slovenia, Grecia, Irlanda, Belgio, Lussemburgo e Italia. Lo conferma Palazzo Chigi.
25-03-2020


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy