METEO
BORSA
30/05/2020 19:40
Trieste Film Festival
Zalando
ECONOMIA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Trieste Film Festival
Borsa, Milano in forte calo. Petrolio a picco

Avvio di seduta e di settimana in calo questa mattina a Piazza Affari, in linea con gli altri listini del Vecchio continente. Pesano le tensino Usa-Cina. Spread a 243 punti base

Giornata difficile in Borsa. In avvio di seduta e di settimana, Piazza Affari, in linea con gli altri listini del Vecchio continente, perde il 3%. A pesare sui mercati sono soprattutto le rinnovate tensioni geopolitiche e commerciali tra Stati Uniti e Cina per la questione del virus e del laboratorio di Wuhan. Il presidente americano Donald Trump ha minacciato conseguenze contro Pechino.

Anche le altre principali Borse europee aprono le contrattazioni con il segno rosso. Londra arretra dello 0,22%, Francoforte del 3,2% e Parigi del 3,5%. In Asia, con Tokyo chiusa per festività, flessione di Hong Kong che archivia la seduta in pesante rosso: gli investitori temono il riacuirsi delle tensioni tra Usa e Cina a seguito delle accuse di Washington a Pechino di essere responsabile della diffusione del virus. Al termine degli scambi l’indice Hang Seng ha perso 1.029,79 punti, pari al 4,18% terminando a 23.613,80 punti

Sempre in avvio di contrattazioni, in rialzo per lo spread tra BTp e Bund sul mercato secondario Mts dei titoli di Stato, alla ripresa dopo la pausa. Il differenziale di rendimento tra il BTp decennale scadenza agosto 2030 e il pari durata tedesco sale a 243 punti base dai 239 punti base dell’ultimo riferimento. In aumento anche il rendimento del BTp decennale all’1,88%, in sensibile rialzo dall’1,81% dell’ultimo closing.

Partenza di settimana in forte calo anche per il prezzo del petrolio: il greggio Wti del Texas lascia sul terreno il 7% a 18,3 dollari, annullando i rialzi degli ultimi tre giorni guidati da alcuni segni di un ritorno dei consumi e dai tagli alla produzione. Il pessimismo riguardo l’eccesso di offerta e di scorte, in un mondo paralizzato dal coronavirus torna così a prevalere. Male anche il Brent (-2,3% a 25,81).
04-05-2020


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy