METEO
BORSA
30/05/2020 19:52
Trieste Film Festival
ECONOMIA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Agire
Crollo del Pil, debito pubblico Italia al 158,9%

Solo la Grecia avrà una caduta del prodotto annuo lordo più forte di quella italiana: -9,7% quest'anno contro -9,5% dell'Italia. La Germania arretrerà del 6,5%

La pandemia da coronavirus manda al tappeto l'economia. Per l'Italia lo scenario è inquietante: solo la Grecia avrà una caduta del prodotto annuo lordo più forte di quella italiana: -9,7% quest'anno contro -9,5% dell'Italia. Segue la Spagna con -9,4% e un recupero l'anno prossimo a +7% mentre l'Italia recupererà a +6,5%.

In Germania la crescita del Pil è quest'anno prevista a -6,5% e in salita al 5,9% nel 2021; Francia -8,2% e +7,4%. Rispetto a Spagna, Francia e Germania il recupero dell'Italia l'anno prossimo è leggermente inferiore. Nel rapporto di previsione economica, Bruxelles indica che l'Italia «è stata colpita in misura particolarmente dura dalla pandemia» e che «la possibilità di un alto numero di chiamate per le garanzie pubbliche costituisce un rischio di peggioramento» della situazione delle finanze pubbliche. Assumendo che la ripresa partirà da maggio in modo graduale, indica il rapporto comunitario, l'economia migliorerà sostenuta dall'azione del governo «senza però recuperare pienamente quanto perduto» nell'orizzonte fine 2021.

Caduta sostanziale dell'export che recupererà in linea con l'andamento globale nel 2021. I rischi della previsione sono tutti spostati al ribasso, cioè al peggioramento. «L'alto e crescente indebitamento pubblico e il possibile aumento delle sofferenze bancari possono avere un impatto sulle condizioni finanziarie». I redditi dei lavoratori dovrebbero essere difesi dalle misure anticrisi, tuttavia non tutti coloro che cercano un lavoro stagionale o a contratto parziale potranno essere coperti per cui è possibile si verifichino «uscite temporanee», dal mercato del lavoro.
06-05-2020


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy