METEO
BORSA
30/05/2020 20:29
CRONACA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Agire
Inps: dati mortalità da Protezione Civile poco attendibili

Ricciardi: «Il Covid non è andato via». La Liguria permetterà gli incontri tra congiunti di regioni confinanti. Arcuri: giovedì arrivano 10,5 milioni di mascherine

Mancano quasi ventimila vittime del coronavirus nel conteggio «ufficioso» redatto in base ai numeri forniti dalla Protezione Civile. Lo scrive ’Inps, che spiega: «La quantificazione dei decessi per coronavirus, condotta utilizzando il numero di pazienti deceduti positivi fornito su base giornaliera dal dipartimento della Protezione Civile, è considerata poco attendibile, in quanto influenzata non solo dalla modalità di classificazione della causa di morte, ma anche dall’esecuzione di un test di positività al virus».

Stando all'istituto, «anche il luogo in cui avviene il decesso è rilevante poiché, mentre è molto probabile che il test venga effettuato in ambito ospedaliero, è molto difficile che questo venga effettuato se il decesso avviene in casa». L’Inps fa parlare i numeri: «Il periodo dal 1° gennaio al 28 febbraio 2020 registra un numero di decessi inferiore di 10.148 rispetto ai 124.662 attesi dalla baseline».

Intanto l’emergenza Covid-19 ha determinato la carenza di alcuni medicinali in Italia. Lo evidenzia l’elenco pubblicato sul sito del ministero della Salute dove spiccano i farmaci per le terapie anti-Hiv, antinfluenzali, per il trattamento dell’epatite C e delle polmoniti, ma anche la discussa clorochina, farmaci per facilitare l’intubazione dei pazienti in terapia intensiva e il farmaco per l’artrite reumatoide usato in via sperimentale nei pazienti gravi Covid-19. «A fronte delle carenze, l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) - riporta il ministero - ha autorizzato l’importazione di confezioni estere, in sostituzione delle corrispondenti confezioni italiane, per le forniture alle strutture del Ssn».

Sono sei le persone indagate nell’ambito dell’inchiesta per epidemia colposa aperta dalla procura di Genova per i morti nelle Rsa della provincia. Si tratta di sei direttori sanitari di altrettante Rsa. Questa mattina, i carabinieri del Nas e i militari della Guardia di finanza, coordinati dal procuratore aggiunto Francesco Pinto, hanno perquisito le strutture e acquisito materiale informatico e documentale relativo ai ricoveri di persone degenti nelle struttue.

In mattinata
il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri ai microfoni di Radio Deejay dichiara: «Stiamo andando bene, ma ora serve responsabilità». In questa fase 2 dell’emergenza «stiamo andando bene», perché, al netto delle fluttuazioni giornaliere, i dati settimanali rassicurano. Però, continua Sileri, il rischio movida è concreto e servono «buon senso e responsabilità».

Tornano in Italia i connazionali bloccati sulle navi da crociera della società Royal Caribbean ferme al largo della Florida. La Freedom of the Seas è in navigazione verso le Barbados, dove è attesa per il 23 maggio. Da lì i 57 italiani a bordo saranno trasferiti tramite voli charter a Londra, da dove potranno rientrare in Italia. Anche le navi Majesty of the Seas ed Empress of the Seas sono in navigazione verso Southampton con arrivo previsto a inizio giugno e successivo rimpatrio via voli charter. Lo rende noto la Farnesina.

«Il virus è ancora in circolazione, le immagini degli assembramenti tra movida e aperitivi mi preoccupano. Una seconda ondata sarebbe devastante non solo dal punto di vista fisico, ma anche psicologico. Purtroppo, esperienze del passato ci insegnano che è un pericolo da non sottovalutare». A ribadirlo è il professor Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute, Roberto Speranza, e rappresentante italiano nel board dell'Organizzazione mondiale della sanità.

Giovedì il commissario straordinario per l'emergenza, Domenico Arcuri, distribuirà 10.590.600 mascherine a tutte le regioni italiane che ne hanno fatto richiesta, al sistema sanitario, alle forze dell'ordine, alle aziende del trasporto pubblico locale, agli erogatori di servizi pubblici essenziali, alle Rsa pubbliche e private e alle polizie locali. Si tratta del numero più alto dall'inizio dell'emergenza.

Intanto una nuova ordinanza emessa oggi dalla Regione Liguria «autorizza gli spostamenti tra comuni limitrofi di regioni confinanti per consentire incontri con congiunti, previa comunicazione dei presidenti di Regione dei territori interessati ai prefetti competenti». Il documento è stato presentato mercoledì sera dal governatore ligure Giovanni Toti, che ha spiegato: «Nelle prossime ore inoltreremo le comunicazioni ai presidenti di Regione coinvolti ovvero al presidente Rossi per la Toscana, Cirio per il Piemonte e Bonaccini per l’Emilia Romagna. Non appena riscontrato e comunicato ai prefetti, si potrà operare».

In Campania, il Comando Provinciale della Guardia di finanza di Napoli ha sequestrato, nel corso di due distinti interventi, oltre 60mila articoli contraffatti, tra cui 2600 mascherine per bambini. In particolare, il Gruppo Pronto Impiego, partendo dal monitoraggio dei flussi commerciali in ripresa nella zona mercatale della "Maddalena", ha individuato e denunciato, nell'area industriale del quartiere Poggioreale, un 47enne di origini cinesi.
21-05-2020

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy