METEO
BORSA
08/07/2020 01:46
ESTERI
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Zalando
«Niente isolamento con 3 giorni senza sintomi»

Lo scrive l'Organizzazione Mondiale della Sanità. Speranza al comitato tecnico scientifico: «Servono approfondimenti». In Nordreno-Vestfalia l’ipotesi di un nuovo lockdown

Nuove linee guida dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) per il rilascio dall'isolamento dei pazienti che hanno contratto l'infezione da nuovo coronavirus. Non servono più necessariamente due tamponi negativi a distanza di almeno 24 ore, oltre alla guarigione clinica. Le linee guida provvisorie prevedono che bastino tre giorni senza sintomi (inclusi febbre e problemi respiratori).

«I criteri aggiornati - spiega l'Oms - riflettono i recenti risultati secondo cui i pazienti i cui sintomi si sono risolti possono ancora risultare positivi per il virus SarsCoV2 mediante tampone RT-PCR per molte settimane. Nonostante questo risultato positivo del test, è improbabile che siano infettivi e pertanto che siano in grado di trasmettere il virus a un'altra persona». «Se un paziente ha avuto sintomi per due giorni, potrebbe essere esentato dall'isolamento dopo 10 giorni più 3, pari a 13 giorni dalla data di insorgenza dei sintomi - è uno degli esempi che fa l'organizzazione - un paziente con sintomi per 14 giorni, può essere dimesso (14 giorni più 3 giorni, pari a 17 giorni dopo la data di insorgenza dei sintomi; con sintomi per 30 giorni, il paziente può essere dimesso (30 giorni più 3, quindi 33 giorni dopo l'insorgenza dei sintomi)».

In Italia il ministro della Salute, Roberto Speranza, in una lettera scrive che le nuove linee guida «dovranno essere approdondite dal Comitato Tecnico Scentifico (Cts) del ministero della Salute in quando potrebbero indicere sulle disposizioni in vigore in Italia. Le nuove linee guida dell'Oms relative alla modalità di certificazione della guarigione - ha scritto Speranza al Cts - segnano un cambiamento che può incidere significativamente sulle disposizioni finora adottate e vigenti nel nostro Paese. Chiedo - ha aggiunto nella lettera - di poter affrontare il delicato tema nel Cts, fermo restando il principio di massima precauzione che ci ha guidato finora».

Intanto, in Germania, sono saliti a 1029 i contagiati da Covid-19 nel più grande mattatoio d’Europa, a Guetersloh, nel Land tedesco del Nordreno-Vestfalia. Ma l’infezione si allarga di ora in ora. A sabato sera erano stati eseguiti quasi 6 mila prelievi, ma gli esiti conosciuti riguardano poco più della metà. 2100 test hanno dato risultato negativo. Il ministro-presidente del Land, Armin Laschet, ha fatto una visita a Guetersloh per incontrare il comitato d’emergenza che sta gestendo la crisi e valutare da vicino la gravità della situazione. Laschet non ha di fatto escluso di ripristinare il lockdown nell’intero Stato federale, se i nuovi focolai dovessero estendersi. Il ministro della Sanità del Nord Reno-Vestfalia ha intanto disposto test obbligatori per l’intero settore della lavorazione delle carni.
21-06-2020

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy