METEO
BORSA
12/08/2020 08:25
Zalando
ESTERI
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Agire
Coronavirus, più di 15 mln di casi nel mondo

Usa 1.000 morti in 24 ore. Pelosi contro Trump: «È il tuo virus». Oltre 40 mila decessi in Messico, 5 milioni di persone in lockdown in Colombia. Allarme Yemen

La pandemia non si ferma. Le infezioni globali da coronavirus sono ora oltre 15 milioni, tre volte di più del numero di influenze registrate ogni anno, secondo i dati dell'Organizzazione mondiale della Sanità, mentre il bilancio delle vittime di oltre 616.000 in sette mesi si sta avvicinando alla fascia superiore delle morti annuali per influenza.

Il conteggio globale ha raggiunto il tragico traguardo dopo che l'India, che ha il terzo maggior numero di infezioni al mondo dietro gli Stati Uniti e il Brasile, ha riportato quasi 40.000 nuovi casi nel suo aggiornamento quotidiano. Intanto sono oltre 1.000 i decessi in 24 ore negli Usa. È la prima volta dal 9 giugno che tale soglia viene superata. Lo riporta il New York Times. Pur trattandosi di una cifra elevata si tratta si un numero decisamente inferiore al record di 2.752 morti in 24 ore registrato il 15 aprile. I nuovi casi di coronavirus negli Stati Uniti nelle ultime 24 ore sono stati 68.524. Si tratta dell'ottavo giorno consecutivo sopra i 60.000 contagi. In totale i casi di coronavirus negli Usa si avvicinano ai 4 milioni, per l'esattezza sono 3,89, stando ai dati della Johns Hopkins University. Ma mentre il presidente Donald Trump invita (per la prima volta) a usare la mascherina, dicendo che la situazione «probabilmente, purtroppo, peggiorerà prima di migliorare», la speaker della Camera, Nancy Pelosi, dice che il coronavirus è il «virus di Trump». «Finalmente si è deciso a premere per l'uso della mascherina, è però troppo tardi», aggiunge Pelosi in un'intervista a Cnn.

Preoccupa anche il bilancio delle morti per coronavirus in Messico: più di 40 mila. Lo ha annunciato il segretario alla Salute, specificando che elle ultime 24 ore sono stati registrate 915 morti. In Colombia la sindaca della capitale colombiana Bogotà, Claudia Lopez, ha annunciato l'estensione del confinamento a cinque milioni di persone, data la diffusione aggressiva del virus e il rifiuto del governo di autorizzare una quarantena totale nella capitale. Dal 13 luglio, quando la crisi sanitaria è peggiorata, la città di otto milioni di abitanti è stata sottoposta al confinamento da parte dei municipi, che contano ciascuno circa 2,5 milioni di abitanti. Tuttavia, la sindaca ha esteso, dal 23 luglio al 14 agosto, la misura per coprire più persone.

Sale poi l'allerta per lo Yemen. Le Nazioni Unite hanno sottolineato che il tasso di mortalità per il Covid-19 nel Paese è «aumentato in modo allarmante», poiché è superiore al 27 per cento, ovvero cinque volte maggiore rispetto alla media mondiale. L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha confermato 1.610 casi di coronavirus nello Yemen e 445 morti. «I veri numeri dell'infezione saranno probabilmente molto più alti in quanto non ci sono abbastanza test diagnostici», viene però specificato.
22-07-2020

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy