METEO
BORSA
23/10/2020 23:23
Zalando
ESTERI
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Parigi, due accoltellati vicino alla vecchia sede di Charlie Hebdo

L'intero quartiere, vicino alla Bastiglia, è transennato, migliaia di alunni chiusi nelle scuole. I feriti non sono in pericolo di vita. C'è un fermo

Torna la paura nella rue Nicolas Appert, dove si trovava la redazione di Charlie Hebdo. Un uomo armato di un machete, pare con un complice, ha attaccato almeno due persone: sono gravi, ma non in pericolo di vita. Un sospettato è stato fermato vicino alla place de la Bastille: era sporco di sangue.

I feriti sono dipendenti dell'agenzia Première ligne, che è rimasta nell'edificio in cui sorgeva anche la redazione di Charlie Hebdo, attaccata 5 anni fa. Secondo quanto si apprende, i due - addetti alla produzione - erano usciti in pausa per fumare una sigaretta quando sono stati attaccati. I giornalisti di Première ligne furono i primi a diffondere, dopo l'attentato a Charlie Hebdo, le immagini dei due killer, i fratelli Kouachi, in fuga dopo la strage.

L'intera zona attorno alla Rue Nicolas Appert è stata isolata: blindati scuole e uffici pubblici. Sul luogo dell'attentato è stato avvistato anche un pacco sospetto, subito analizzato dagli artificieri. Proprio in questi giorni è in corso il processo per gli attentati di gennaio 2015 che fece 17 morti a Charlie e all’Hypercacher di Vincennes. Dieci giorni fa Charlie Hebdo, la cui redazione si trova ora in un luogo segreto e sorvegliato dalla polizia, ha ripubblicato le caricature di Maometto pubblicate per la prima volta in Danimarca.
25-09-2020


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy