METEO
BORSA
27/11/2020 18:10
Zalando
CRONACA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Covid, paziente morto in bagno al Cardarelli: indaga la Procura

Si indaga per verificare se ci siano state eventuali colpe nell'assistenza dell'anziano, 84 anni, arrivato in ospedale martedì dopo cun aggravamento delle sue condizioni

Polizia di Stato di Napoli al lavoro sul caso del paziente morto nel bagno dell'ospedale Cardarelli e sul video girato all'interno del pronto soccorso. La pm Liana Esposito ha disposto l'immediato sequestro della salma per effettuare l'autopsia. Indagini  sono dunque in corso per verificare se ci siano state eventuali colpe nell'assistenza dell'anziano. G. C., 84 anni, arrivato in ospedale martedì dopo che le sue condizioni di salute si erano aggravate.

Gli investigatori della Squadra Mobile, della Polizia Scientifica e del commissariato Arenella, anche in seguito alla denuncia presentata dai familiari della vittima, hanno acquisito documentazione clinica nel pronto soccorso e anche il video - diventato virale - che ritrae l'uomo a terra, ormai esanime. Il direttore generale dell'ospedale Cardarelli Giuseppe Longo, commentando in un videomessaggio il video del paziente morto nel bagno del pronto soccorso, dice: «La cosa più deplorevole è il video che ieri è passato su tutti i canali di informazione. Che un decesso avvenga in un bagno è una notizia che probabilmente deve essere diffusa, è giusto sapere determinate notizie. Ma è deplorevole la modalità con cui è stata data la comunicazione. In modo particolare è deplorevole aver registrato e diffuso il video. Per noi e per tutta l'azienda la vita è sacra dall'inizio alla fine, la persona è al centro del nostro sistema di assistenza».

Sono «immagini ingiustificabili e vergognose, anche per tutti noi che abbiamo responsabilità istituzionali. Speriamo di sapere presto chi sono i responsabili di quello scempio - dichiara il ministro Boccia a L'aria che tira su La7 -. Accade anche perché la maggioranza delle persone hanno sintomi lievi e vanno in ospedale. Bisogna restare a casa e chiedere intervento Asl. I Covid hotel serviranno anche a questo».

L'autore del video però, un
30enne di Marianella, spiega: «Quel video e anche altri li ho girati e anche messi su Fb per far capire che lì ci trattano come appestati, anziani abbandonati e lasciati soli, come è successo a quel vecchio morto in bagno, che era vivo quando sono entrato. Era in stanza con me, non usciva dal bagno e quindi sono entrato. Non riusciva a respirare perché aveva il covid. Gli ho buttato dell'acqua in faccia e poi ho chiesto aiuto, ma nessuno mi dava retta. Sono arrivati dopo mezz'ora ed era già morto. Non riesco a sopportarlo».
12-11-2020


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy