METEO
BORSA
17/01/2021 14:15
Zalando
POLITICA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Agire
Renzi annuncia dimissioni ministri Bellanova e Bonetti e sottosegretario Scalfarotto

Conferenza stampa del leader d'Italia Viva nel pomeriggio. Prima, il premier Conte ha visto Mattarella: «Avanti solo con maggioranza solida». Appello Pd: patto di legislatura

Matteo Renzi ritira le sue ministre dal governo Conte, aprendo di fatto la crisi. Lo ha annunciato in apertura della conferenza stampa lo stesso leader d'Italia Viva. Oltre a Bellanova e Bonetti lascia il governo anche il sottosegretario Scalfarotto. «La crisi è aperta da mesi, serve rispetto per le regole democratiche: abbiamo chiesto di risolvere problemi, non un reality show» ha detto l’ex premier davanti alla telecamere.

In precedenza, il premier Giuseppe Conte era salito al Quirinale dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per un incontro che fonti di maggioranza definiscono interlocutorio ma che potrebbe aprire uno spiraglio per evitare la fine dell'Esecutivo. A Mattarella Conte ha riferito circa le decisioni del Consiglio dei ministri di ieri e sullo stato dei rapporti della coalizione. Il capo dello Stato avrebbe sottolineato la necessità di uscire velocemente da questa condizione di incertezza, vista la pandemia che non concede tregua.

«Una crisi? Spero di no», ha detto Conte rispondendo a una domanda dei giornalisti al suo rientro a Palazzo Chigi. «Oggi ho chiesto un colloquio per aggiornarlo del fatto positivo dell'approvazione del Recovery. La bozza ci consente di andare avanti in questo progetto». Poi sottolinea: «Con il Recovery Plan abbiamo dimostrato che se si lavora attorno a un tavolo in modo costruttivo si può rafforzare anche il governo». A Renzi comunque tende la mano: «Italia viva sa che ogni volta che ha posto dei problemi in modo costruttivo, che c'è una discussione vera intorno a un tavolo con la volontà di trovare una soluzione, troveranno in me sempre il massimo dell'attenzione». «Ho sempre detto che governo può andare avanti solo con il sostegno di tutte le forze di maggioranza» ha poi aggiunto Conte. «Le dimissioni delle ministre di Iv? Spero non si arrivi a questo, sto lavorando ad un patto di legislatura e serve uno spirito costruttivo».

«Credo che una crisi non sarebbe compresa dal Paese in un momento in cui ci sono tante sfide. Le persone ci chiedono di continuare», ha proseguito Conte. «Io fino all'ultima ora lavorerò per rafforzare la coalizione. L'interesse dei cittadini viene prima di tutto». Sembra quindi tramontare l'operazione Responsabili per cui il Capo dello Stato già aveva espresso scetticismo. Lo si capisce quando Conte parlando con i cronisti dice: «Io ho sempre detto che ci vuole una maggioranza solida per portare avanti l'azione del governo».
13-01-2021


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy