METEO
BORSA
12/04/2021 09:02
CRONACA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Agire
Covid, tensioni alla protesta dei ristoratori

Scontri in piazza Montecitorio. Lanciati oggetti, la polizia in assetto antisommossa ha contenuto i manifestanti. Sono stati lanciati alcuni fumogeni. «Libertà, libertà» il coro in piazza

Momenti di tensione nel pomeriggio, a Roma, alla manifestazione davanti Montecitorio. La polizia ha transennato l’area antistante la Camera dei deputati in assetto antisommossa, contenendo i manifestanti, che hanno protestato al grido di «libertà, libertà». Sono stati lanciati alcuni fumogeni e la situazione è degenerata alla svelta, con lo scontro tra manifestanti e forze dell'ordine. Un poliziotto sarebbe rimasto ferito durante i disordini: la polizia ha effettuato una nuova carica quando i manifestanti hanno tentato di forzare il cordone delle forze dell'ordine. Diverse le persone che sono state identificate.

«Siamo imprenditori, non delinquenti» ha urlato qualcuno dai megafoni in piazza Montecitorio, dove si sono dati appuntamento commercianti e ristoratori per chiedere riaperture. Ma manifestazioni di protesta si sono viste un po' in tutta Italia, da Milano a Bari, tutti per chiedere di poter tornare a lavorare. Già nei giorni scorsi in diverse città italiane si erano svolte mobilitazioni e proteste dei commercianti che vendono prodotti non alimentari (la vendita di prodotti alimentari è l’unica consentita in zona rossa).A Milano un gruppo di ambulanti si è riunito in Piazza Duca d’Aosta, davanti alla Stazione Centrale, per chiedere «immediati ristori» e di poter tornare a lavorare. A Napoli mobilitazione dei mercatali a cui si sono uniti ristoratori e proprietari di bar e palestre.

Traffico bloccato sempre martedì pomeriggio sulla A1 Milano-Napoli tra il capoluogo campano e Caserta, in prossimità dell’uscita di Caserta Sud: circa duecento tra camion e furgoni si sono incolonnati per protestare, alcuni espongono dei cartelli con le scritte: «Per il governo siamo invisibili», «Chiediamo solo di lavorare». Bloccato nel traffico anche il governatore campano De Luca che era atteso a una conferenza stampa a Santa Maria Capua Vetere.
06-04-2021


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy