METEO
BORSA
14/08/2022 17:14
ESTERI
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Zalando
Russia, cestista Usa condannata a 9 anni

Brittney Griner era accusata di traffico di droga. «Ho commesso un errore in buona fede, non avevo intenzione di infrangere la legge», ha detto l'atleta. Biden: «Liberarla subito»

Nel processo per traffico di droga, in Russia, arriva la condanna per la star del basket Usa Brittney Griner: 9 anni di prigione. L'atleta è stata giudicata colpevole di traffico dal tribunale di Khimki, alla periferia di Mosca. I pubblici ministeri russi avevano chiesto una condanna a nove anni e mezzo. La giocatrice Usa era accusata di traffico di droga per essere stata trovata in possesso dell'olio di cannabis per la sigaretta elettrica.

Arrestata a febbraio all'aeroporto di Mosca, Griner è arrivata in tribunale in manette scortata da agenti russi. Dopo aver parlato con il suo team legale ha mostrato una fotografia della squadra di basket russa dell'Ummc Ekaterinburg con la quale ha giocato. Nelle argomentazioni conclusive, l'avvocato difensore Maria Blagovolina ha affermato che Griner, 31 anni, non ha mai usato marijuana in Russia e che non aveva mai avuto intenzione di farlo. La cestista ha ammesso il possesso di droga per cercare di mitigare la sua condanna, ma ha sempre detto di non avere intenzioni criminali. Blagovolina ha spiegato che la sua assistita ha fatto uso di marijuana solo per brevi periodi tra le partite e durante le vacanze, sempre sotto prescrizione del medico mentre si trovava in Arizona, dove il consumo è legale.

«Mi chiamano pedina politica, ma io spero che la politica resti fuori da quest'aula». Così Girner supplicando i giudici di non «mettere fine alla sua vita» nell'appello finale prima della sentenza in Russia. «Ho commesso un errore in buona fede, non avevo intenzione di infrangere la legge», ha dichiarato la campionessa di basket, chiedendo poi «scusa alla mia squadra, alla mia famiglia. Non volevo ferire nessuno. L'unica cosa che voglio è tornare da loro».

«La Russia detiene» Brittney Griner «ingiustamente. È inaccettabile e chiedo alla Russia di rilasciarla immediatamente». Così il presidente Usa Joe Biden commentando la condanna. «La cittadina americana Brittney Griner ha ricevuto una sentenza che ricorda ancora una volta quello che il mondo già sa: la Russia detiene ingiustamente Brittney. È inaccettabile e chiedo alla Russia di rilasciarla immediatamente così che possa riunirsi con la moglie, gli amici e le compagne di squadra. La mia amministrazione continuerà a lavorare senza sosta e a perseguire ogni strada possibile per portare Brittney e Paul Whelan a casa il prima possibile».
04-08-2022


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy