METEO
BORSA
04/12/2022 22:59
Zalando
POLITICA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Zalando
Manovra, misure dalle bollette alla famiglia

Due terzi delle risorse, circa 21 miliardi in deficit, saranno destinati a tutelare dal caro-energia. Per il resto ci sono tante misure, ma restano solo poco più di 10 miliardi

Per la Manovra sono circa 21 i miliardi in deficit pronti sul tavolo per le misure su cui discute il governo di Giorgia Meloni. La maggior parte saranno destinati a tutelare le famiglie e le imprese dal caro-energia con un mix di aiuti che va dai crediti di imposta per le imprese allo sconto benzina. Le novità sono tante, ma bisogna sempre fare i conti con una coperta molto corta.

Stando alle prime informazioni, sul tavolo del governo c'è un mix di aiuti che intende coprire i primi tre mesi del 2023 e che comprende la conferma dello sconto benzina, il bonus sociale ed i crediti di imposta (che però si vogliono portare dal 30 al 35% per le piccole attività commerciali). Possibile anche che salga dal 40 al 45% quello per le imprese. È allo studio anche un fondo unico di supporto al fabbisogno energetico, da gestire con aiuti selettivi. È previsto anche l'incremento dell'assegno unico familiare (la proposta è di raddoppiare da 100 a 200 euro la maggiorazione per i nuclei con 4 o più figli e di garantire 100 euro in più per i figli gemelli) e un intervento sui congedi familiari. Si cercano anche fondi per poter rendere strutturale il finanziamento dei centri estivi.

Sulla flat tax resta al momento confermato l'aumento della soglia (da 65 a 85mila euro) per autonomi e partite Iva, mentre sembra perdere quota l'ipotesi di introdurre anche una flat tax incrementale. Per i dipendenti invece si studia la riduzione della tassazione sui premi di produttività. Il governo si muove pure per evitare il ritorno della legge Fornero, con una soluzione-ponte individuata per il 2023: quota 41 con il paletto di 62 anni. Altro tema molto discusso è poi quello sul Reddito di cittadinanza, che cambia: l'ipotesi allo studio è di toglierlo agli occupabili (con una fase transitoria di 6 mesi), mentre sarebbe in corso in queste ore un ragionamento anche sulla possibile riduzione dell'assegno.
21-11-2022

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy