METEO
BORSA
09/02/2023 00:33
Zalando
SPORT
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Zalando
Morte Vialli, il dolore del gemello Mancini

«Dopo Sinisa ho perso un altro fratello. Era il migliore di tutti, io e lui uniti dal destino. Abbiamo fatto tutto il cammino insieme. Abbiamo pianto per l'amarezza ma anche di gioia, come se fossimo stati uniti dal destino»

Il dolore di Roberto Mancini è quello di tutto il mondo del calcio per la scomparsa di Gianluca Vialli, morto al Royal Marsden Hospital di Londra, a 58 anni, per la recrudescenza del tumore al pancreas, a poche settimane dalla scomparsa di Sinisa Mihajlovic, un altro compagno di vita del ct della Nazionale. E al Corriere dello Sport Mancini ha detto: «Dopo pochi giorni dall'addio di Sinisa, ho perso un altro fratello. Anzi, un fratellino, come amavo chiamarlo, perché ci siamo incontrati a 16 anni e non ci siamo mai più separati. Abbiamo fatto tutto il cammino insieme. Giovanili azzurre, Nazionale, la Samp, le gioie, i dolori, i successi e le sconfitte. E poi le due notti di Wembley. In una abbiamo pianto insieme per il dolore e per l'amarezza, tanti anni fa. Nell'altra abbiamo pianto di gioia, come se fossimo stati uniti dal destino, prima della sua scomparsa».

Mancini, che nei giorni scorsi è stato a Londra in clinica da Vialli, ricorda dunque l'avventura in Nazionale, con la gioia più grande della vittoria degli Europei a Wembley nel 2021. «Ringrazio il presidente Gravina. Lo ha voluto in Nazionale e ne sono stato felice. Ha avuto un ruolo decisivo per la conquista del titolo europeo. I giocatori lo amavano. Gianluca ha avuto la forza e ci ha dato un coraggio che non conoscevamo. Ci è stato accanto fino a quando ha potuto. Saluto un altro fratello, dopo Sinisa, ma con la sua forza andrò avanti per dedicargli qualcosa di importante che io e lui sognavamo da una vita».

I funerali saranno in forma strettamente privata e la data non verrà comunicata. Una scelta riservata, così come l'ex campione aveva sempre voluto.
07-01-2023

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy