METEO
BORSA
09/02/2023 00:43
CRONACA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
Agire
Csm, eletto vice presidente il laico Fabio Pinelli

Le prime parole dell'avvocato, indicato in Parlamento dalla Lega: «Cerchiamo di essere credibili e mai obliqui. Orienterò ogni mio comportamento nell'interesse del Paese»

Fabio Pinelli, laico della Lega, è il nuovo vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura. Lo ha eletto il plenum, presieduto dal capo dello Stato Sergio Mattarella, al terzo scrutinio, con 17 voti, contro i 14 andati a Roberto Romboli, del Pd. Una la scheda bianca. Al termine dello scrutinio il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha dunque proclamato Pinelli vicepresidente. Succede a David Ermini.

Avvocato penalista, nato a Lucca, 57 anni, Pinelli a uno studio a Padova e insegna Diritto penale dell'ambiente alla Ca' Foscari di Venezia. «Cerchiamo di essere credibili, trasparenti, mai obliqui nell'interesse del Paese» le sue prime parole al termine dell'elezione. «Orienterò ogni mio comportamento nell'interesse del Paese con la guida e il faro del presidente della Repubblica. Sono onorato del ruolo che mi avete riconosciuto», ha detto tra l'altro Pinelli, esprimendo «grande emozione» perchè «mi rendo conto della gravosa reponsabilità». «Ringrazio la parte politica che ha ritenuto di poter spendere e investire con una candidatura in Parlamento su una figura non politica e indipendente. Cercherò di portare avanti il mio dovere tenendo alti i valori della Costituzione».

Al vice-presidente del Csm «spetta il compito di favorire la coesione: con la sua elezione lei è divenuto il punto di riferimento di tutto il consiglio» ricorda il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alla seduta straordinaria del Plenum del CSM dopo l'elezione di Pinelli. Il «Consiglio è chiamato a obiettivi rilevanti e sono certo che li affronterà con obiettività e concretezza», ha detto anche Mattarella ricordando che «i componenti togati e non togati si distinguono solo per la provenienza». Il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha rivolto al neo eletto vice presidente del Consiglio Superiore della Magistratura gli auguri di ottimo lavoro, nella certezza della leale collaborazione col governo per migliorare la giustizia in Italia.
25-01-2023


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy