METEO
BORSA
25/04/2024 10:37
POLITICA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale
«Italia e India insieme per Difesa e sicurezza energetica»

La prmier Meloni incontra Modi a Nuova Delhi. E parla di «esercitazioni militari congiunte». Domani tappa di trasferimento verso Abu Dhabi

«Le nostre nazioni affrontano grandi shock, la crisi pandemica e oggi quella internazionale con l'aggressione russa all'Ucraina, con le ripercussioni sulla sicurezza mondiale e l'ordine mondiale, fondato sulle regole ma anche sulla sicurezza alimentare ed energetica, particolarmente dei Paesi più vulnerabili». Così la premier Giorgia Meloni in India, insieme al ministro degli Esteri e vicepremier Antonio Tajani, all'incontro con il primo ministro indiano Narendra Modi.

«È stata una splendida accoglienza. È il mio primo viaggio bilaterale in Asia dall'inizio del mandato, nel settantacinquesimo anniversario delle nostre relazioni bilaterali e sono certa che riusciremo a rafforzarle» ha detto Meloni dopo essere stata accolta da Modi a Nuova Delhi al Rashtrapati Bhawan, il palazzo presidenziale, prima tappa della sua visita ufficiale in India. Dopo la cerimonia di accoglienza alla residenza presidenziale, Meloni ha reso omaggio al memoriale del Mahatma Gandhi, poi l'incontro e la conferenza con il primo ministro indiano Narendra Modi. Nel pomeriggio  Meloni al Taj Palace terrà un intervento all'inaugurazione del Raisina Dialogue. Secondo la premier italiana «diventa molto importante che l'India assume la presidenza del G20, perché può rappresentare con grande forza, come leadership, anche i bisogni e gli interessi dei Paesi del Sud globale. Siamo interessati a favorire questo percorso e a dare una mano in questo percorso».

«Vi sono al mondo pochi esempi d'un uomo che, solo, abbia compiuto la resurrezione del proprio Paese con la forza del pensiero e la dedizione estrema durata tutta la vità. Così il grande Mahatma Gandhi parlava di Giuseppe Mazzini, uno dei padri del Risorgimento italiano, fonte d'ispirazione anche per quello indiano. Due patrioti che con le loro azioni e le loro opere hanno indicato il cammino ai nostri popoli. Italia e India, civiltà millenarie che hanno combattuto per la loro indipendenza e sono oggi unite nella difesa della democrazia e della libertà». Questo il messaggio che Meloni ha lasciato sul libro d'onore al Memoriale di Gandhi, il Raj Ghat.

«Abbiamo scelto di annunciare l'adesione dell'Italia alla Indo-Pacific Oceans Initiative perché crediamo che in un contesto internazionale che deve essere basato sulle regole, sul rispetto della sovranità e dell'integrità territoriale sia fondamentale la stabilità e la visione di un Indo-Pacifico aperto e rispettoso delle regole della sovranità e dell'integrità delle nazioni» ha detto poi Meloni a Nuova Delhi, dopo l'incontro bilaterale con il primo ministro indiano Narendra Modi che la fa subito eco: «Accogliamo con favore la partnership attiva dell'Italia nell'Indo-Pacifico e siamo molto lieti del fatto che l'Italia abbia deciso di aderire all'iniziativa Indo-Pacific Ocean's Initiative (Ipoi). Questo ci darà modo di poter identificare temi concreti atti ad aumentare la nostra cooperazione nell'area per meglio riflettere le realtà globali, le istituzioni multilaterali e le esigenze di riforma». «Credo che ci siano anche molti elementi di vicinanza della nostra visione: c'è molto materiale su cui lavorare insieme a partire da alcuni settori su cui vorremmo rafforzare la cooperazione, penso al tema della Difesa, alla sicurezza energetica» ha spiegato la premier Meloni «Un nuovo importante capitolo si apre in materia di Difesa», ha annunciato Modi sottolineando la decisione di organizzare esercitazioni militari congiunte.
02-03-2023


Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy